Arricciacapelli migliore – Consigli e guida all’acquisto 2019

2
305
Arricciacapelli migliori

Sognate capelli pieni di boccoli e onde, per realizzare il vostro sogno non è necessario andare dal parrucchiere ma semplicemente acquistare il giusto arricciacapelli.

Avete capito bene amiche mie, un arricciacapelli può essere davvero quello che ci vuole per essere perfette in ogni occasione come se fosse state da un professionista. Naturalmente però un arricciacapelli non vale l’altro ed è giusto acquistare quello giusto, che abbia una buona resa, che non rovini i capelli, che magari ci faccia i boccoli che sogniamo e, se è possibile, che non costi troppo. Impossibile? Vi sbagliate.

Ecco come scegliere il miglior arricciacapelli in commercio.

Arricciacapelli: tutte le tipologie

La prima cosa da chiarire quando ci appresta a comprare un arricciacapelli è che in commercio ce ne sono davvero tantissimi e per poter fare la scelta giusta è prima di tutto necessario avere le idee chiare sulle varie tipologie.

Arricciacapelli cilindrico: L’arricciacapelli cilindrico è quello più visto, cilindrico e con impugnatura in plastica.

Normalmente può essere di varie misure: dai 13 ai 19 mm si ottiene il riccio stretto, adatto più ai capelli corti che a quelli lunghi; da 20 a 25 mm si riesce ad ottenere il boccolo morbido; dai 30mm in sù si riescono ad ottenere delle onde ma solo su capelli molto lunghi.

Arricciacapelli conico: questo tipo di elettrodomestico è a cono ed è utilizzato da chi vuole fare boccoli che partano più grandi e finiscano più piccoli, naturalmente usando l’arricciacapelli con la punta in giù. Solitamente il diametro inizia da 25 mm per finire a 13mm.

Arricciacapelli multistyler: questi sono arricciacapelli ibridi, poiché hanno un manico a cui è possibile inserire i vari accessori, da punta conica, a quella cilindrica in varie misure fino ad arrivare in alcuni casi anche alla piastra o alla piastra frisé. Un oggetto adatto a coloro che cambiano spesso acconciatura e che amano sperimentare.

Piastra arricciacapelli: è a tutti gli effetti una piastra ma anziché avere le due piastre, ha dei cilindri riscaldati che creano onde nei capelli. Anche in questo caso, esistono varie misure dei cilindri e quindi effetti più o meno larghi di onde.

Arricciacapelli automatico: indubbiamente questo è il modello più innovativo. Dimenticate gli arricciacapelli in cui è necessario arrotolare la ciocca e aspettare un tempo non definito per rilasciarla, l’arricciacapelli automatico è una sorta di scatola con manico che prende i capelli al suo interno e li rimanda fuori già arricciati. Uno strumento naturalmente più costoso ma facilissimo da usare.

Arricciacapelli: cosa considerare per scegliere il migliore

Una volta chiarito tutte le tipologie di arricciacapelli in commercio, passiamo a definire quali sono gli aspetti da tenere presenti quando si acquista questo elettrodomestico.

Perché indipendentemente che scegliate uno o l’altro modello è bene che sappiate che tre sono le caratteristiche importanti da valutare, oltre gli extra che un modello può o non può avere.

MATERIALI: Molti di noi non ci pensano ma i materiali che ricoprono l’arricciacapelli sono importantissimi perché entrano in contatto con i nostri capelli e possono rovinarli, pressarli o addirittura bruciarli.

Ecco perché è importante scegliere tra gli arricciacapelli in ceramica, titanio o tormalina. I primi sono i più facili da trovare in commercio, la ceramica ha un’ottima distribuzione del calore ed evita lo stress termico del capello.

Ovviamente a seconda del tipo di ceramica, può variare il prezzo, esistono infatti ceramiche economiche e altre molto costose. Il titanio invece solitamente viene combinato con la ceramica e rende l’arricciacapelli leggero e resistente oltre che delicato per la chioma.

Infine la tormalina è ottima perché facilita la scorrevolezza sulla chioma ma è anche ionizzante, quindi rende i capelli meno crespi e li lucida. Naturalmente questi sono i materiali preferibili ma a questi possono aggiungersene tanti altri che hanno caratteristiche curative per i capelli che però non sono per tutti ma solo per chi ne ha bisogno.

RISCALDAMENTO: Avete mai valutato quando avete acquistato un elettrodomestico che si riscalda che tipo di riscaldamento usa? Ebbene per l’arricciacapelli è bene farlo.

Esistono quelli che grazie all’elettricità riscaldano il cilindro e che quindi danno forma al capelli proprio grazie a questo calore, e quelli che usano il vapore, in particolare quelli di ultima generazione, che quindi grazie ad una mini caldaia fanno vapore e danno quindi la piega.

I primi sono molto veloci da scaldarsi ed efficaci, ma inadatti nel caso di capelli delicati perché potrebbero bruciarli. I secondi invece son ottimi perché lasciano i capelli morbidi ma nel caso di capelli molto lisci non mantengono molto la piega e inoltre sono notevolmente costosi.

TEMPERATURA: E per finire passiamo alla caratteristica più importante, per valutare il migliore arricciacapelli è necessario valutare le temperature che raggiunge così da non essere pericoloso per i capelli. Infatti gli arricciacapelli non dovrebbero mai superare i 230° perché dopo tale valore possono bruciare la keratina.

Detto ciò è bene anche chiarire che se si hanno capelli lisci è necessario usare l’arricciacapelli a temperature più alte rispetto a chi ha i capelli già mossi. In commercio esistono modelli di alto livello che possono cambiare la temperatura da 120 °C A 230°C, quelli di fascia media che vanno da 130° C A 200 ° C e infine quelli economici che hanno una temperatura fissa di circa 150/160° C.

Va da sé che è sempre meglio scegliere dei modelli che abbiano temperature variabili, ma i modelli a temperatura fissa non sono da demonizzare, possono essere naturalmente anche loro degli ottimi arricciacapelli ma è bene che li usino persone che hanno capelli forti, spessi e senza grossi problemi perché differentemente potrebbero rovinarli o comunque che se ne faccia un uso sporadico.

EXTRA: Possono essere da valutare, nella scelta del proprio arricciacapelli, anche gli extra che l’elettrodomestico offre. Ci sono modelli che hanno ad esempio l’autospegnimento, vale a dire che dopo 30 minuti di non funzionamento si spengono del tutto. Ci sono altri che hanno il blocco di temperatura, così da evitare che facendo la piega si cambino le impostazioni, o addirittura modelli che hanno il riscaldamento veloce.

Arricciacapelli: migliori modelli scelti da noi

Una volta valutati tutti gli aspetti più importanti e i modelli di arricciacapelli in commercio, così da permettervi di fare la giusta scelta, passiamo ad una selezione di arricciacapelli fatta da noi. Abbiamo tenuto presente sia la qualità del prodotto, sia il costo e sia naturalmente la resa ma abbiamo anche selezionato prodotti che fossero facili da utilizzare e maneggevoli.

BaByliss C332E Pro 180

BaByliss C332E Pro 180L’arricciacapelli BaByliss C332E è un prodotto abbastanza buono, un arricciacapelli cilindrico in ceramica del diametro di 32 cm. Ottimo per creare onde e boccoli larghi.

Si riscalda in 15 secondi e ha un supporto del cavo girevole che aiuta a non attorcigliare il cavo elettrico.

I pregi sono sicuramente il prezzo, circa 30 euro, il rivestimento Sublim’ Touch che lascia i capelli definiti e lucenti e infine i 10 livelli di temperatura fino a 180° C. Un difetto che mi viene subito in mente: il cilindro davvero troppo grande per coloro che hanno i capelli più corti.

Remington CI96W1 Silk Curling Wand

Remington CI96W1 Silk Curling WandIn questo caso passiamo invece ad un arricciacapelli conico e adatto anche a coloro che hanno i capelli un po’ più corti. Il Remington CI96W1 è un ferro ottimo per creare boccoli che passano da più grandi a sottili, poiché il diametro va 13 mm a 25 mm.

Si scalda in 30 secondi e ha una temperatura regolabile da un minimo di 120° ad un massimo di 220°, inoltre la temperatura si può tenere sotto controllo dal display digitale e può essere bloccata grazie al tasto di blocco. E’ molto resistente ed è conservabile nella sua custodia, resistente.

E’ un ottimo prodotto, unico difetto il fatto che non permette di fare onde ampie e morbide ma solo il classico riccio da permanente. Prezzo 40 euro

Imetec Bellissima Beach Waves

Imetec Bellissima Beach WavesImetec Bellissima è un prodotto molto conosciuto, anche grazie alla pubblicità, si tratta di una piastra arricciacapelli.

Il funzionamento è molto semplice, da un lato ci sono due cilindri di 16 mm  e sull’altro lato una piastra ondulata, mettendo i capelli in mezzo si crea un effetto ondulato davvero naturale, inoltre grazie al doppio ferro reversibile ruotando l’estremità superiore, possiamo scegliere di utilizzare la superficie onde strette oppure quella  onde morbide.

Questa piastra arricciacapelli è ottima perché facile da usare e molto rapida. Interamente fatta in ceramica,  garantisce una distribuzione uniforme del calore, non stressa i capelli e scorre facilmente sulle varie ciocche. Inoltre permette di  selezionare la temperatura 160°C, 180°C e 200°C, temperature già impostate ma che permettono di usare l’arricciacapelli davvero a chiunque, a chi hai capelli fini, chi li ha spessi e ricci, e chi li ha lisci.

L’Imetec Bellissima ha tra i suoi pregi il riscaldamento veloce, soli 45 secondi, e la segnalazione termica con led per quando arriva a temperatura, giallo per i 160°C, verde per i 180°C e rosso per i 200°C. Questo prodotto non è adatto per i capelli più corti o per chi vuole boccoli a spirale. Prezzo 45 euro.

BaByliss C1050E Curl Secret Ionic 2

arricciacapelli Babyliss Curl Secret Ionic 2BaByliss C1050E Curl Secret Ionic 2 è un arricciacapelli di ultima generazione, automatico, e con riscaldamento a vapore. L’impugnatura è in plastica ma alla fine di essa c’è un vano in cui i capelli vengono risucchiati ed escono ricci.

Ha due regolazioni di temperatura possibili, 210° e 230°C, e tre diversi tempi di posa  8, 10 o 12 secondi con timer acustico.

Il rivestimento interno è in ceramica e ciò lo rende sicuro per i capelli.

I pregi di questo arricciacapelli sono l’arresto automatico dopo 60 minuti di inutilizzo, il multicurler che permette di fare diversi tipi di riccio e infine la possibilità di scegliere la rotazione: orario, antiorario ed alternati per creare acconciature movimentate.

Inoltre sono da segnalare gli accessori per la pulizia dell’elettrodomestico.

Interessante anche la funzione ionica inclusa.

Nella confezione è presente, inoltre, un secondo cilindro con dimensioni più ridotte che è perfetto per chi non ha una chioma troppo folta o per chi desidera avere ricci più stretti.

Indubbiamente questo arricciacapelli è quello più professionale e con la miglior resa estetica, un prodotto ottimo perché facile da usare, velocissimo e sicuro ma non adatto alle tasche di tutti, visto che è il prodotto più costoso tra quelli selezionati.

Di conseguenza ci sentiamo di consigliarlo solo a coloro che ne fanno un uso quotidiano o che lo usano per fare vere e proprie acconciature, così da ammortizzare il costo. Prezzo 130 euro circa, ma spesso lo si trova in offerta.

Conclusione

Se siete stanchi dei vostri capelli lisci e volte cambiare aspetto con qualche riccio, non potete che optare per un arricciacapelli che vi permetta di cambiare look a casa ogni qualvolta lo vogliate.

Ma scegliere il giusto elettrodomestico non è sempre così facile, ecco perché abbiamo deciso di aiutarvi noi con tutti i consigli per acquistare il miglior arricciacapelli in commercio per le vostre esigenze. Abbiamo scelto modelli di ultima generazione, modelli classici, per capelli corti o lunghi, tutti al di sotto dei 100 euro e tutti con prestazioni ottimali.

Speriamo che la nostra selezione di prodotti consigliati vi aiuti a scegliere l’arricciacapelli più adatto a voi e restiamo a vostra disposizione per qualunque domande o curiosità.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here