Barbecue a gas migliori – Consigli e guida 2018

0
129
Barbecue a gas migliori

La cucina è un’argomento davvero importante di cui spesso si sente parlare, soprattutto nel territorio italiano dove è un pezzo fondamentale della cultura e della tradizione.

Una statistica afferma che gli strumenti e gli apparecchi per la cucina sono tra i più venduti e ricercati ed è ormai noto di come la voglia di mettersi ai fornelli e di fare tutto con le proprie mani stia prepotentemente tornando di moda.

Basta cibi pronti e surgelati, basta uscire sempre al ristorante. E’ arrivato il momento di affilare i coltelli di cucina e di mettersi all’opera.

Oggi vi vogliamo dare qualche dritta sui vari modelli di barbecue a gas.

Il barbecue a gas è davvero perfetto per cucinare, soprattutto durante la bella stagione. Infatti cucinare all’aria aperta ha davvero tutto un altro sapore e arricchisce anche lo spirito. La cottura con il barbecue ha diversi vantaggi che si aggiungono al panorama naturale.

Infatti cucinando gli alimenti direttamente sulla griglia mantenendo cosi maggiormente tutto il suo sapore. Inoltre cucinare senza un recipiente fa si che il grasso contenuto negli alimenti coli e finisca direttamente sulla fiamma facendo si che l’alimento cucinato sia anche più leggero e salutare.

Se siete capitati in questo articolo molto probabilmente state pensando di acquistare un barbecue a gas e vi possiamo dire che è davvero un’ottima idea per far sì che la vostra cucina si ampli e per ricreare anche piacevoli situazioni culinarie in compagnia ed all’aperto.

La nostra missione ora è proprio quella di darvi i giusti consigli e le giuste conoscenze per un acquisto azzeccato e positivo in tutti i suoi aspetti.

Cominciamo insieme il viaggio nel mondo del barbecue a gas, ricordandovi che abbiamo parlato anche dei barbecue a legna.

Il migliore barbecue a gas: le sue caratteristiche

Abbiamo visto precedentemente di come un barbecue a gas possa essere estremamente utile per cucinare piatti più gustosi e leggeri e soprattutto permette anche di cucinare all’aria aperta che nella bella stagione può essere davvero piacevole e divertente.

Passiamo ora invece ad analizzare caratteristica per caratteristica in modo che possiate conoscere meglio il mondo del barbecue a gas e scegliere in maniera consapevole il modello che meglio risponde alle vostre necessità.

 

Il miglior barbecue a gas: la sua superficie di cottura

La prima cosa da tenere in considerazione e quindi valutare attentamente è sicuramente la superficie di cottura che il barbecue a gas possiede. Infatti da questa caratteristica poi dipende strettamente la quantità di cibo che potrete cucinare per volta.

Quando si parla di superficie di cottura però si deve tenere in considerazione un insieme di fattori che uniti creano un’immagine globale e ben definita che ci farà comprendere molto meglio a quali esigenze può rispondere il barbecue a gas in questione.

Cominciamo quindi con l’analizzare in maniera approfondita questo elemento del barbecue a gas.

  • Grandezza della superficie. Per prima cosa si deve valutare la grandezza vera e propria della superficie sulla quale si andrà a cucinare.
    Per prima cosa vi dovete chiedere l’utilizzo che andrete a farne e soprattutto in media per quante persone andrete ad utilizzarlo.
    Se la vostra idea è quello di usarlo per fare grandi pranzi e cena in compagnia ovviamente dovete optare per un barbecue a gas di grande dimensione, se invece lo andrete ad utilizzare soprattutto per un uso strettamente famigliare e quindi per cucinare al massimo 4-5 porzioni allora potete optare per un barbecue a gas più piccolo. In commercio potete davvero trovare di tutto. Ovvero vi sono barbecue a gas con una superficie di cottura che permettono di cucinare dai 4 ai 10 hamburger per volta, intorno ai 18 hamburger per volta oppure dai 18 ai 28 hamburger per volta. Ovviamente qui non vi è un barbecue a gas migliore o peggiore in quanto il migliore è semplicemente quello che risponde perfettamente alle vostre esigenze di quantità di cibo da cucinare.
  • Qualità della griglia. Discorso a parte invece per quanto riguarda la qualità della griglia. Infatti se prima non si poteva definire uno standard tra migliore e peggiore per quanto riguarda la qualità della griglia invece si può dire che è proprio l’elemento che rende un barbecue a gas di qualità o scadente.
    La griglia di qualità è composta da due tipi di materiali: ghisa o acciaio inox. La ghisa trattiene ed emana in maniera migliore il calore e quindi cucina in maniera perfetta ma necessita di una maggiore manutenzione e pulizia. D’altro canto anche l’acciaio inox è ottimo per cucinare ed è un materiale più resistente in quanto è meno delicato. Prima di acquistare un barbecue a gas assicuratevi che questi due materiali siano di ottima qualità per avere poi delle performance migliori.

Per quanto riguarda la grandezza della superficie però non è ancora finita qui. Infatti alcuni barbecue hanno delle superfici in aggiunta che possono essere davvero molto utili. Scopriamole insieme.

  • Fornello laterale. Se vi è un fornello laterale questo vi può essere molto utile per cucinare sughi o altri alimenti mentre siete anche in procinto di cucinare la carne sulla griglia. Perfetto per chi desidera mangiare sempre in giardino durante la bella stagione.
  • Piastra. Nel caso vogliate cucinare cibi con una consistenza più morbida e molle la piastra vi può essere estremamente utile in quanto non farà colare formaggio, salse o altro sulla fiamma.
  • Griglia rialzata. Questa è una griglia più piccola rispetto a quella di base e che può essere riposta al di sopra di questa per cucinare cibi che hanno una cottura più delicata e magari più lenta e che quindi devono avere un contatto meno diretto con il calore e la fiamma.

 

Il migliore barbecue a gas: la sua struttura

Altro capitolo importante è quello della struttura che può avere dei grandi effetti sul suo utilizzo.

Infatti con il termine struttura s’intendo lo spazio che esso necessita, l’ingombro nel caso si debba trasportare e anche eventuali comodità che esso può avere. Ma cominciamo con ordine cosi da avere un’idea più chiara su questa caratteristica.

Innanzitutto dobbiamo fare un’importante premessa. Il mondo dei barbecue a gas si può dividere in due grandi gruppi:

  • Barbecue a gas trasportabile, ovvero con una forma tipo carrello e alimentati con una bombola a gas.
  • Barbecue ad incasso molto più ingombranti e alimentati spesso con un collegamento al gas domestico.

Detto questo possiamo quindi dirvi che noi ci soffermeremo sulla tipologia di barbecue a gas trasportabile in quanto oltre ad essere la più richiesta è anche quelle più economica e che non richiede poi l’intervento di uno specialista.

I barbecue a gas trasportabili si possono suddividere nelle seguenti categorie in base alla loro struttura:

  • Barbecue a gas portatili. Tipologia molto leggera e poco ingombrante. Infatti non sempre è a forma di carrellino munito di ruote ma può essere creato per essere appoggiato ad una superficie piana.
  • Barbecue a gas piccoli. Sono a forma di carrellino e il termine piccolo non deve far pensare che sia quindi facilmente trasportabile. Deve essere comunque sistemato in una zona per poi essere praticamente sempre usato li. Per piccolo si intende che non ha una superficie di cottura ampia. Solitamente il carello è costruito in legno od in metallo. Perfetto per un nucleo famigliare piccolo.
  • Barbecue a gas medi. La tipologia più venduta in commercio in quanto ha un costo nella media e ha una superficie di cottura perfetta per una famiglia media o comunque anche per una bella compagnia. E’ costituito da carello con ruote e molto spesso ha anche dei ripiani laterali su cui appoggiare quello che serve.
  • Barbecue a gas grandi. Questa tipologia è ovviamente la più costosa ma anche la più completa. Spesso infatti permettono non solo la cottura alla griglia ma anche molti altri tipi di cottura. Sono ingombranti e molto capienti. La struttura comprende di solito paini d’appoggio e anche altre funzioni accessorie.

Qualche dritta in più che possiamo darvi è di controllare quante ruote possiede la struttura. Un barbecue a gas con quattro ruote è molto più facile ed agevole da spostare. Inoltre valutate anche la presenza di strutture secondarie come ripiani d’appoggio o porta oggetti che possono essere molto comodi.

 

Il migliore barbecue a gas: la sua praticità d’utilizzo

Altra nota importante va data alla praticità con cui lo si può utilizzare. Ovviamente più il barbecue a gas è accessoriato e strutturato più è pratico da utilizzare. Se desiderate avere meno sorprese in futuro controllate e valutate che il modello da voi scelto abbia:

  • Piani d’appoggio. Sono davvero molto utili quando si cucina per appoggiare piatti, pentole, vassoio, il cibo e vari condimenti. Più si sale di prezzo più i ripiani sono praticamente sempre inclusi. Nella fascia di prezzo basse invece non sono cosi ovvi e presenti.
  • Ganci e porta oggetti. Un’altra utile funzione accessoria è data da vari ganci o porta oggetti. Questi infatti sono perfetti per appendere stracci, guanti o per contenere in maniera comoda e pratica spezie, condimenti e strumenti per la cottura. Anche qui ovviamente più si sale di prezzo più si trovano inclusi.
  • Comandi e luci. Queste sono funzioni accessorie presenti solo dopo una certa fascia di prezzo. Ovviamente non sono essenziali per la buona riuscita della cottura ma possono essere di aiuto in alcune circostanze. Ad esempio se si cucina in un orario in cui ormai è buio una luce interna può essere davvero efficace ed utile.
  • Cassetto raccogli grasso. Altro elemento invece magari più importante è la presenza di un cassetto estraibile in cui finisce tutto il grasso che rilasciano gli alimenti durante la cottura oppure alcuni residui di cibo. Questo agevola di gran lunga la pulizia del barbecue a gas.

 

Il migliore barbecue a gas: le sue funzioni

Come ogni apparecchio anche il barbecue a gas è fornito di alcune funzioni che possono essere davvero utili.

  • Temperatura regolabile. Un dato non indifferente è dato dalla presenza di un termometro per regolare la temperatura. Infatti certi alimenti necessitano di una cottura più lenta e quindi con un calore minore.
  • Doppio uso. Ovvero la possibilità di utilizzare il barbecue sia con la bombola a gas che con il collegamento all’impianto domestico a metano. Questa ovviamente vale solo se avete questa esigenza altrimenti non è cosi necessaria come funzione.
  • Accensione. Può avvenire in maniera elettrica oppure tramite una manovella girevole o pulsante.

Ci sono poi alcune funzioni che sono ritenute accessorie e che non sono quindi essenziali per la funzione del barbecue a gas ma se presenti possono permettere un utilizzo più completo. Ad esempio può essere presente un girarrosto, una friggitrice, una pietra lavica o anche un piccolo frigorifero. Ovviamente si sa, più si sale di prezzo più si ha.

 

Il migliore barbecue a gas: i modelli scelti per voi

Ora abbiamo una conoscenza più globale e completa riguardo i barbecue a gas e quindi possiamo passare con il consigliarvi i migliori modelli presenti sul mercato.

 

Il migliore barbecue a gas a prezzo elevato: Campingaz 4 Series RBS LXS

Barbecue a gas Campingaz 4 Series RBS LXSUn barbecue a gas davvero completo e formidabile. Sicuramente tra i migliori nel mercato, se non il migliore in assoluto.

Ha una superficie di cottura pari a 78×45 cm con ben tre bruciatori. La griglia è in ghisa smaltata e di ottima qualità.

Presenta un fornello laterale ed un piano d’appoggio sull’altro lato. Ha anche la griglia sopraelevata per cucinare alimenti più delicati.

La struttura è completamente formata in acciaio inox e presenta un mobiletto con due ante e dei vani portaccessori laterali. Inoltre ha 4 ruote che lo rendono molto maneggevole.

L’accensione è elettronica ed è davvero un barbecue perfetto per chi ne farà un utilizzo ampio.

Il prezzo è di 749,90 euro. Un costo elevato ma ad alta prestazione.

 

Il migliore barbecue con ottimo rapporto qualità-prezzo: Campingaz Adelaide 3 Woody

Barbecue a gas Campingaz Adelaide 3 WoodyUn ottimo barbecue a gas ad un prezzo decisamente più basso rispetto al precedente ma con una prestazione comunque ottima.

Ha una superficie di cottura di 2800 cm quadrati composta da griglia e piastra entrambe in ghisa.

Il carrello è in legno e con due ruote e facilmente trasportabile. L’unico difetto se proprio vogliamo trovarlo è l’assenza di un fornello ma per chi non ne ha necessità è un ottimo barbecue a gas.

Il prezzo è di 229 euro.

 

Il migliore barbecue a gas a prezzo basso: Sochef Piùsaporillo G20513

Barbecue a gas Sochef Piùsaporillo G20513Un barbecue davvero economico. A dire la verità ne potete trovare anche a prezzo basso ma con una resa davvero scarsa.

Questo è sicuramente un barbecue a prezzo basso ma comunque con prestazioni più che buone per avere cosi un ottimo strumento ma con un prezzo molto contenuto.

La superficie di cottura è di 50,6 x 36,6 cm ed è perfetto per cucinare una quantità medio-piccola di cibi. Insomma perfetto per una classica famiglia. La superficie è composta da griglia e anche una fornellino laterale. Include anche una griglia rialzata.

Vi è anche un ripiano d’appoggio laterale molto comodo. Attenzione perché in dotazione vi è anche la pietra lavica ottima per cotture davvero eccellenti. Ha anche un cestello portaoggetti anteriore.

Come potete vedere è un barbecue molto completo che nonostante il suo prezzo basso merita di essere nella nostra classifica.

Il prezzo è di 149,49 euro.

Leggete anche la nostra guida ai barbecue a legna per scoprire eventualmente valide alternative rispetto ai modelli a gas.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here