Condizionatore portatile migliore • Prezzi, consigli ed offerte •

0
80

Con l’arrivo della stagione calda, il primo pensiero di tutti noi è come rinfrescarsi dalla calura estiva, come eliminare l’umidità e arieggiare le stanze.

La tecnologia ci aiuta sempre di più grazie ai condizionatori che sono sempre più efficaci, economici e silenziosi ma non sempre questi accessori sono la soluzione ideale, poiché richiedono un’installazione a muro effettuata da professionisti e di conseguenza costi aggiuntivi.

Ecco perché sono sempre più frequenti le persone che scelgono di rinfrescare la propria casa con i condizionatori portatili.

Sono ottimi per chi non vuole bucare il muro, pagare gli installatori, ma soprattutto per chi vive in affitto e non può, o non vuole, spendere denaro per qualcosa che poi resterebbe in casa di qualcun altro.

Inoltre non dimentichiamo che un normale condizionatore  prevede elementi esterni che possono pregiudicare l’estetica di un edificio o creare problemi condominiali per via del rumore del motore o delle componenti esterne, problemi che un modello portatile non crea.

I modelli portatili ormai sono tantissimi, sono pratici, semplici da usare, facilmente spostabili da una stanza all’altra e abbastanza economici.

Se anche voi siete interessati all’acquisto di un condizionatore portatile leggete attentamente la nostra guida che potrebbe aiutarvi a scegliere il modello migliore per voi e non disorientarvi di fronte a tutto ciò che si trova in commercio.

Condizionatore portatile migliore: tutte le caratteristiche

Nonostante i condizionatori portatili siano più semplici e non richiedano lavori di installazione, non è detto che siano più semplici da acquistare, anzi spesso sceglierli diventa molto difficile.

Questo tipo di elettrodomestici sono normalmente un solo pezzo non vincolato a nulla e il cui tubo di scarico non dev’essere installato alla parete ma può facilmente spostarsi da una finestra all’altra.

E’ molto versatile e ci sono addirittura modelli che possono riscaldare oltre che raffreddare.

Ma per poter acquistare un prodotto di qualità è necessario valutare molteplici aspetti, ecco perché abbiamo voluto aiutarvi elencando gli aspetti da analizzare prima di procedere con l’acquisto.

 

Condizionatore portatile migliore: la sua struttura

Primo aspetto da considerare, non c’è neppure che ve lo diciamo, è la struttura del condizionatore portatile nell’insieme.

Come dicevamo di solito i condizionatori portatili sono monoblocco, quindi è sempre bene valutarne:

  • le dimensioni in base allo spazio che si ha a disposizione;
  • la presenza o meno di maniglia che potrebbe facilitare lo spostamento;
  • la lunghezza del tubo di scarico così che possa agevolmente arrivare alla finestra più vicina;
  • la lunghezza del cavo di alimentazione che deve arrivare alla presa senza essere d’intralcio.

 

Condizionatore portatile migliore: il suo ingombro

In commercio potrete trovare diversi modelli di condizionatori portatili, ci sono addirittura modelli di design adattissimi alle case più moderne, ma solitamente i modelli base sono dei parallelepipedi in verticale di una dimensione circa di 30 x 40 cm con un’altezza di circa 75 cm.

Gli spigoli del condizionatore sarebbe bene che fossero smussati, in modo da limitare al massimo eventuali sporgenze appuntite.

 

Condizionatore portatile migliore: le sue ruote e maniglie

Dato che solitamente i condizionatori portatili sono molto pesanti, circa 40 kg, sarebbe bene che fossero provvisti di ruote comode, rotanti e con guarnizioni così da facilitare lo spostamento da una stanza all’altra.

Può essere inoltre utile che le ruote abbiano anche un freno che rendono il condizionatore stabile e fermo una volta arrivato nel punto in cui dovrà essere collocato.

Altro aspetto rilevante per lo spostamento del condizionatore portatile è la presenza di una maniglia ed eventualmente di un alloggiamento per il telecomando, così da non perderlo negli spostamenti da un luogo all’altro.

 

Condizionatore portatile migliore: il suo consumo

Per orientarsi tra i vari climatizzatori presenti sul mercato è necessario individuare il consumo e valutare quindi i suoi BTU (British Thermal Unit). Questo, infatti, è il termine che si utilizza per identificare la potenza di questo oggetto.

Il modo migliore per valutare questo aspetto è quello di considerare la dimensione della stanza da dover raffreddare, ma se per un condizionatore fisso è molto semplice questa valutazione, per uno portatile è impossibile, proprio perché trasportabile da una stanza all’altra.

Ma ad aiutarci può arrivare la classe energetica che può andare dalla A+++ alla D.

Questo dato è davvero uno dei dati più rilevanti da considerare.

Più la classe energetica è efficace, più i climatizzatori portatili avranno un costo maggiore, tuttavia, verrà via via restituito nel tempo grazie al risparmio energetico che permetterà di ottenere.

 

Condizionatore portatile migliore: il suo scarico

Per scegliere il condizionatore migliore è necessario anche valutare la manutenzione.

Il climatizzatore portatile raccoglie umidità dall’aria che va poi anche eliminata.

Ci sono modelli di climatizzatori portatili che hanno un contenitore che si riempie d’acqua e che periodicamente va svuotato.

Diversamente il condizionatore si spegne per evitare allagamenti, modelli più tecnologici che fanno evaporare la condensa all’interno e modelli che riescono ad espellerla completamente, o parzialmente, attraverso un tubo di scarico.

 

Condizionatore portatile migliore: la sua silenziosità

Per finire un ultimo aspetto da valutare è la silenziosità dello strumento da acquistare.

Lo diciamo fin da subito: questi elettrodomestici siano silenziosissimi perché hanno in casa il motore che lavora costantemente quando è azionato.

Possiamo, comunque, scegliere il modello meno rumoroso analizzando i due parametri di rumorosità minima e rumorosità massima dichiarati nell’etichetta.

Normalmente un climatizzatore portatile silenzioso dovrebbe arrivare intorno ai 45 db.

 

Condizionatore portatile migliore: i modelli scelti da noi

Una volta presi in considerazione questi aspetti e valutato bene cosa ci cerca dal proprio condizionatore, dovrebbe essere molto più facile scegliere il modello adatto a voi, ma se così non fosse abbiamo scelto per voi tre modelli che riteniamo il top in fatto di condizionatori portatili sia per prestazioni che per prezzo.

 

Condizionatore portatile ad alto profilo migliore: TROTEC PAC 3500 X

condizionatore portatile TROTEC PAC 3500 XIl Trotec PAC 3500 X è un condizionatore portatile davvero piccolo e dal prezzo accessibile a tutti.

Questo elettrodomestico è da 12.000 BTU, perfetto quindi per rinfrescare un ambiente di circa 115 m³. L’ideale per una stanza da letto o cucina, un po’ meno per un salotto.

E’ poco ingombrante e facile da spostare grazie a delle piccole ruote poste sul fondo.

Ha un telecomando incluso nella confezione e la funzione timer per poter impostare il suo funzionamento come meglio lo desiderate.

Oltre al condizionamento ha anche la funzione di deumidificazione e di ventilazione.

Il difetto secondo alcuni consumatori è una certa rumorosità, anche in modalità silenziosa infatti il condizionatore arriva a circa 54 db, contro i normali 65 db in modalità normale.

Dimensione del condizionatore è 48x 31.3x 74,4 cm per un peso di 26kg.

Prezzo circa 399 euro.

 

Condizionatore portatile con rapporto qualità-prezzo migliore: Argoclima Relax

ARGO Relax condizionatore PortatileIl secondo modello da noi selezionato è la via di mezzo.

Si tratta dell’Argoclima Relax, un elettrodomestico dall’ottimo rapporto qualità/prezzo, molto piccolo e poco ingombrante, ottimo per stanze piccole visto visto che la sua potenza è di 10.000 BTU.

E’ un ottimo prodotto per rinfrescare e deumidificare, appartiene alla classe energetica A, il che significa che rientra in una fascia media, consuma ma non tantissimo.

L’assorbimento di corrente è di circa 1 kW, per cui non dovrebbe creare problemi con un classico contatore casalingo da 3 kW.

Per quanto riguarda l’aspetto rumore, il suo valore è 65 db, quindi abbastanza tollerabile anche se comunque rumoroso se lo si vuole usare la notte ad esempio.

Le funzioni che questo condizionatore ha sono tre: climatizzatore, quindi combatte le alte temperature usando un liquido refrigerante, come succede con il frigorifero; deumidificatore, per ridurre il tasso di umidità dall’ambiente sia in estate che in inverno; e, infine, come ventilatore.

Queste modalità purtroppo non possono essere combinate tra di loro, quindi l’ambiente non può essere deumidificato mentre ci rinfreschiamo.

Anche nell’Argoclima Relax, come nel modello principale, è disponibile il telecomando che consente di cambiare le impostazioni o spegnere l’apparecchio a distanza e il timer che predispone l’accensione o lo spegnimento dell’elettrodomestico.

Unico neo del prodotto, come precisato prima, è la rumorosità, abbastanza significativa se usato a massima velocità.

Dimensione del condizionatore è 34 x 39,4 x 78 cm per un peso di 27 kg.

Prezzo 349 euro.

 

Condizionatore portatile economico migliore: Zephir ZPJ7000C

Zephir ZPJ7000C Condizionatore PortatileE a questo punto passiamo al modello più economico, ma allo stesso tempo con buone qualità e performance.

Questo elettrodomestico ha una potenza di 7.000 BTU, non il più potente di tutti ma riesce a raffreddare stanze fino a 85 m³.

Tecnologicamente non è molto avanzato ma ha un sistema che si sposa perfettamente per chi non ha grandi pretese e non lo deve utilizzare in maniera assidua e costante.

Ha un pannello LCD facile da gestire. Incluso troverete anche un telecomando con gli stessi controlli per una regolazione estremamente comoda e versatile.

Inoltre è particolarmente silenzioso, dettaglio non da poco visto anche il prezzo economico.

La classe energetica è la classe A, quindi un prodotto che riesce a garantire anche un certo risparmio economico. Perfetto quindi per un avere un occhio di riguardo verso la bolletta.

Il gas che viene utilizzato è il 410 R che è efficiente e non tossico.

Per finire è da segnalare anche l’aspetto estetico, molto gradevole e adatto a ogni ambiente, nonché molto solido e durevole.

L’ingombro di questo condizionatore portatile è 33 cm x 31 cm x 68 cm, per un peso di 20 kg.

Prezzo 209 euro.

 

Conclusioni

Con questa guida speriamo di potervi essere stati utili, avervi aiutato a orientarvi nel vasto mondo dei condizionatori portatili, ottimi per sostituire un condizionatore normale senza dover fare lavori ma molto difficili da scegliere, e magari avervi fatto capire quali aspetti prendere in considerazione prima di procedere con l’acquisto.

E’ importantissimo valutare le stanze da rinfrescare, l’utilizzo che si vuole fare del condizionatore, la necessità o meno di utilizzare la funzione di umidificatore e naturalmente il budget che si ha a disposizione oltre che l’estetica del prodotto che si vuole acquistare.

Se nonostante questa guida non siete riusciti ancora a trovare il modello di condizionatore che fa per voi, potete sempre optare per uno dei prodotti scelti da noi.

Speriamo in questa maniera di aver offerto davvero a tutti il modello più adatto e restiamo a vostra completa disposizione per qualunque consiglio o domanda.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here