Estrattore di succo a freddo: il migliore del 2018

0
110
Estrattore di succo migliore: guida all'acquisto

Bere estratti di frutta e verdura non è solo una moda ma un vero e proprio toccasana per la nostra salute, ecco perché può essere davvero utile avere in casa un estrattore di succhi.

I succhi realizzati con questo strumento sono infatti pieni di vitamine, oligominerali e minerali, privi di zuccheri e conservanti. Ma per poter realizzare questi estratti è bene acquistare il giusto estrattore poiché non tutti sono efficaci e fanno al caso nostro, esistono infatti in commercio tanti estrattori di qualità bassa che è più la frutta che fanno buttare che il succo che estraggono, alcuni sono solo centrifughe e non hanno nulla a che fare con l’estratto.

Ecco perché abbiamo deciso di venirvi in aiuto con questa guida.

 

Estrattore di succo, cosa lo differenzia dalla centrifuga

Spesso e volentieri le persone confondono l’estratto di frutta o verdura con le centrifughe ma la differenza esiste ed è rilevante.

Le centrifughe infatti lavorano con una rotazione velocissima che tende a scaldare il succo e ossidarlo così da far perdere le vitamine e molti enzimi. L’estrattore invece lavora su 40/80 giri, almeno quelli di ultima generazione, ottenendo un succo che mantiene tutte le proprietà della frutta e della verdura cruda.

L’estrattore di succo è un elettrodomestico ottimo per i bambini, per coloro che sono a dieta perché rafforzano il sistema immunitario e sono facilissimi da digerire. La cosa importante a questo punto è conoscere le caratteristiche che deve avere l’estrattore di succo in maniera da scegliere quello giusto per noi.

 

Estrattore di succo: caratteristiche importanti

Solitamente quando si deve comprare un estrattore di succo si è soliti pensare al prezzo, alla capacità di estrazione, quindi a quanto succo si riesce a ottenere, ma anche la facilità di manutenzione dell’estrattore. Proprio quest’ultimo aspetto è molto valutato dalle casalinghe poiché la pulizia dell’elettrodomestico è molto importante per evitare muffe e incrostazioni, ma anche per far durare l’estrattore nel tempo.

Quindi si è portati ad acquistare sempre modelli facili da smontare, formati da tanti pezzi ma tutti lavabili. Questa scelta non è di per se sbagliata, ma è necessario che sia associata ad altre caratteristiche così da avere davvero l’estrattore di succo migliore in commercio.

Vediamo insieme cosa dobbiamo prendere in considerazione prima di fare il nostro acquisto:

BECCUCCIO: Accessorio imprescindibile dell’estrattore è il beccuccio. Acquistare un modello che non lo ha è un grande errore poiché versare il succo diventa molto difficile e si rischia di farne cadere buona parte sporcandosi o sporcando il piano di lavoro.

Esistono inoltre beccucci che hanno anche il tappo o sono a rubinetto così da permettere una volta riempito il proprio bicchiere di preservare il restante succo.

RUMOROSITA’: L’estrattore di succo non è un elettrodomestico particolarmente rumoroso ma in commercio ne esistono talmente tanti modelli che nello scegliere quello che fa per noi potrebbe essere utile anche valutare questo aspetto. Solitamente per poter scegliere un estrattore poco rumoroso si dovrebbe optare per uno da circa 30dB, valore espresso nella scheda tecnica di ogni prodotto in commercio.

PIEDINI ANTISCIVOLO: Lavorando con i liquidi è facile che un po’ di succo possa cadere durante la lavorazione e che di conseguenza l’elettrodomestico in azione perde equilibrio. Per poter ovviare a questo inconveniente è bene scegliere un’ estrattore di succo che abbia i piedini antiscivolo.

MOTORE: Caratteristica importantissima di un estrattore di succo è il motore. L’estrattore riesce a ottenere il succo grazie alla capacità di ruotare della coclea, importantissimo pezzo dell’estrattore, da un lato o da entrambi.

Contrariamente a quanto si può pensare, più ruota lentamente ruota l’estrattore più la spremitura sarà buona e veloce, più sarà veloce più richiederà tempo. Solitamente il numero di giri del motore degli estrattori può variare dai 40 giri per quelli di fascia più alta, 60 giri per la fascia media e 80 giri al minuto per quelli più economici.

COCLEA: la coclea può essere di differenti forme e dimensioni, solitamente quelle più grandi sono quelle degli estrattori verticali mentre, al contrario, quelli con la coclea più snella sono i modelli orizzontali.

Gli ultimi modelli di estrattori di livello alto hanno invece le coclee a doppio albero orizzontale che sono le migliori indubbiamente ma davvero le costose e gli alimenti devono essere spinti fino in fondo per poter ottenere il succo.

TEMPI DI LAVORO: Gli estrattori di succo in generale non possono lavorare per molto tempo consecutivamente. Se si acquista un modello di alto livello si può anche riuscire a lavorare per mezz’ora ma in generale la media è quella di 15 minuti.

Questo aspetto è importante perché quando si acquista un estrattore di succo, ci si può trovare anche di fronte a modelli molto economici che non possono lavorare ad esempio per più di 10 minuti, cosa che li rende poco utilizzabili ad esempio per una famiglia numerosa o per chi fa largo uso di succhi.

ESTETICA: Primo aspetto da valutare nell’acquisto di un estrattore di succo è indubbiamente l’estetica, non solo inteso come il design, ma anche come la struttura. Esistono estrattori orizzontali che sono più ingombranti ma più facili da usare, quello verticale invece si sviluppa in altezza ed è ottimo per coloro che vogliono far cadere il succo direttamente in tazza.

Scegliere l’uno o l’altro modello è solo una questione di gusto o di ingombro, se avete ad esempio poco spazio o non avete un posto in cui l’estrattore rimarrà fisso, ma dovete prenderlo ogni volta, potrebbe essere meglio optare per un modello verticale.

Se invece siete amanti degli estrattori potreste anche optare per gli ultimi modelli ibridi, cioè che si sviluppano in altezza ma sono larghi quanto quelli orizzontali, notevolmente più costosi ma davvero con una resa insuperabile, tanto che molti bar ormai optano per questo tipo di modello, anche se richiedono molto spazio in larghezza come in altezza.

Altro aspetto importante dell’estetica è il peso. Di solito gli estrattori oscillano tra i 3 e i 6 kg. Come nel caso precedente, se avete intenzione di usare l’estrattore di succo ogni giorno e non lo avete a portata di mano forse è meglio optare per un modello leggero.

Infine osservate bene anche le misure del  tubo e del vassoio, se questi sono stretti è necessario tagliare frutta e verdure prima di inserirli.

ASSISTENZA: Per finire, caratteristica altrettanto importante rispetto a quelli finora elencate è l’assistenza della ditta produttrice. Come per qualunque elettrodomestico l’assistenza deve esserci e dovrebbe coprire non solo il guasto ma anche anomalie, informazioni e reclami.

 

Estrattore di succo migliore: i modelli scelti da noi

Dobbiamo dire che una volta valutate tutte queste caratteristiche sopra elencate, la scelta del giusto estrattore di succo dovrebbe davvero essere più facile ma nonostante questo, i modelli in commercio sono davvero tantissimi e anche noi ci abbiamo messo un po’ a selezionare quelli davvero imperdibili. Abbiamo alla fine optato per quattro modelli che non superassero i  250 euro, verticali, così da adattarsi alle necessità di tutti, tutti rigorosamente di fascia media o alta, con motori efficienti e giri che non superassero i 60.

 

Imetec Succovivo Compact 700

Estrattore di succo Imetec Succovivo Compact 700Il primo modello scelto è Imetec Succovivo SJ 1000, un estrattore di succo di fascia medio/alta multiaccessoriato.

L’elettrodomestico in questione è molto solido, il motore è resistente e non si surriscalda neanche sotto sforzo, la velocità è variabile può passare da 48, a 51 fino a 65 giri. Il  beccuccio ha una chiusura ermetica che al tempo stesso favorisce la miscelazione del succo. Ma la vera scelta vincente è chevtutti i componenti possono essere facilmente smontati e lavati sotto l’acqua corrente.

Per coloro che amano i succhi molto filtrati questo estrattore ha addirittura due filtri che riescono ad accontentare davvero tutti, dando la possibilità di succhi vellutati o più liquidi. La bocchetta è grandissima così che frutta e verdura possano essere inserite praticamente intere.

Ma i pregi non sono finiti perché Succovivo Imetec SJ1000 permette anche di fare il sorbetto, grazie un altro accessorio in dotazione. Unico difetto, se tale si può chiamare, è la pesantezza dell’elettrodomestico, circa 4 kg. Prezzo 110 euro.

 

RGV 110600

Estrattore di succo RGV 110600L’RGV 110600 Juice Art è un estrattore di succo di livello medio, dato che i giri del motore sono 60, ma per il resto, per prestazioni e utilizzo può essere considerato di fascia alta. E’ un prodotto molto resistente, bello da vedere e ibrido, visto che è verticale ma si sviluppa anche in larghezza.

Ottimo per frutta e verdura, ha due contenitori laterali, di cui uno per il succo e l’altro per lo scarto, cosa che lo rende molto facile da pulire. Inoltre la ditta produttrice è sempre disponibile per chiarimenti e assistenza, ed esistono in Italia numerosi centri per ricambi e sistemazioni.

Il difetto è sicuramente la grandezza e l’ingombro, ma anche la non possibilità di chiudere il beccuccio, visto che sprovvisto di tappo. Costo di circa 115 euro.

 

Philips HR1882/31

Estrattore di succo Philips HR1882-31Il Philips HR1882/31 è un estrattore di succo di fascia media, piccolo e molto bello esteticamente poiché è in madreperla con parti nere. La caraffa è trasparente così da far vedere il succo. Il suo grande pregio è l’uso della plastica Tritan che lo rende resistente agli urti e quasi indistruttibile.

Il motore è potente, poco rumoroso e i giri sono 60. La bocchetta non è molto grande quindi la frutta va inserita tagliata. Il Philips HR1882/31 si pulisce velocemente, poiché tutte le parti sono rimovibili e  vanno in lavastoviglie senza problemi.

Il difetto può essere che è un elettrodomestico non adatto a famiglie numerose visto che contiene solo un litro di succo alla volta, nonostante il motore possa lavorare per 30 minuti no stop. Prezzo 130 euro.

 

Hurom Hu 500

Estrattore di succo Hurom Hu 500L’Hurom Hu 500 è un estrattore di succo a bassa velocità, è il modello più costoso scelto da noi ma anche molto performante. I filtri presenti sono due, per due tipologie di succhi, il motore è molto silenzioso ed è adatto anche a lavorare le verdure a foglia.

La grande novità è il tappo di uscita adatto a estrarre il succo dalle noci. Facilissimo da smontare, pulire, è ottimo anche per realizzare latte di soia, mandorla, marmellate e gelati. L’assistenza è ottima e la garanzia dell’estrattore è di addirittura 5 anni.

Questo prodotto non ha difetti evidenti ma è bene sempre usare poca frutta e verdura alla volta, come per tutti gli estrattori verticali, per poter avere la migliore resa. Prezzo 250 euro.

 

Conclusioni

Come avrete capito gli estratti di frutta sono un vero toccasana e un modo facile per coloro che non amano la verdura di mangiarla, ma per poter avere un buon estratto è necessario avere il giusto estrattore di succo.

Speriamo di avervi aiutato ad acquista l’elettrodomestico più adatto a voi e alla vostra famiglia, con la giusta capienza, non rumoroso, a freddo (quindi con giri minori di 60) ed economico, i prezzi variano solitamente da 100 € fino a superare i 500 €.

I modelli da noi scelti uniscono molte caratteristiche secondo noi imprescindibili, possono davvero adattarsi ai gusti di molti utenti e hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo. Per qualunque domanda o curiosità restiamo a vostra completa disposizione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here