Piastra elettrica migliore per cucinare • Classifica e recensione • 2018

0
125
Piastra elettrica per cucinare migliore

Quando si parla di cucina si entra in un mondo davvero vasto e soprattutto si entra in un territorio che sta a cuore a moltissime persone.

La cucina infatti non è solo riempire un piatto e via, la cucina è passione, è prendere degli ingredienti e farne un qualcosa di speciale. La cucina è prendersi cura di se stessi e delle persone che amiamo. Se pensiamo ad esempio la composizione di una casa la cucina è il cuore.

Proprio per questi motivi abbiamo molto a cuore i vari prodotti inerenti al settore cucina e vogliamo far si che tu possa avere la migliore preparazione e conoscenza di tutti i vari aspetti. In questo articolo ad esempio ti vogliamo far conoscere in maniera approfondita la piastra elettrica.

La piastra elettrica è un fornello elettrico portatile molto utile, comodo e versatile che ti permette di cucinare anche fuori all’aperto in compagnia dei tuoi amici e della tua famiglia.

La piastra elettrica si differenzia dalle bistecchiere o tostiere orizzontali. Molto spesso infatti si tende ad unire questi vari prodotti con l’unico termine di piastra elettrica ma in realtà sono cose ben differenti.

La piastra elettrica è munita di una struttura fissa d’appoggio che la fa diventare cosi un vero e proprio piano di cottura perfetto per sostituire in tutto e per tutto il fornello casalingo classico delle cucina tradizionali, solo che ovviamente non viene alimentato con il gas ma con la corrente elettrica.

La piastra elettrica è davvero molto diffusa in quanto permette di cucinare praticamente dappertutto e molto spesso vi sarà anche capitato di vederla in qualche video tutorial di cucina.

Grazie alla sua alta richiesta e diffusione è ovvio che il mercato sia ricco di moltissimi modelli e tipologie di piastre elettriche e risulta molto difficile riuscire a capire quale sia la miglior piastra elettrica che risponde alle tua esigenze e necessità. Ecco che siamo proprio qui per farti gli strumenti e le conoscenze necessarie perché tu possa fare la scelta migliore per te stesso e la tua famiglia.

Cominciamo quindi a conoscere meglio il mondo delle piastre elettriche.

 

La migliore piastra elettrica: le varie tipologie

Come accennato prima in commercio esistono non solo diversi modelli ma anche diverse tipologie di piastra elettrica e siamo proprio qui per illustrartele una ad una.

La prima grande classificazione va fatta in base alla modalità di erogazione del calore. Il progresso infatti ha toccato anche il settore della cucina e già da qualche anno ha preso piede il metodo di cottura ad induzione che ha trovato spazio anche nel mondo delle piastre elettriche. Vediamo quindi insieme le due tipologie di piastra elettrica cercando di capire le varie differenze e quale si sposa meglio con le tue necessità.

  • Piastra elettrica classica. Iniziamo con il conoscere la piastra elettrica che tutti maggiormente conosciamo, ovvero quella classica. A livello economico sono sicuramente le più vantaggiose e hanno una trasmissione che funzione tramite una resistenza elettrica che riscalda cosi la superficie della piastra. Se da una parte c’è il vantaggio di un prezzo inferiore dall’altro abbiamo lo svantaggio che il tempo di riscaldamento è più lungo rispetto all’altra tipologia che tra poco andremo ad illustrare. La piastra elettrica classica si sposa perfettamente per chi ha la necessità di usarla in modo saltuario e non necessita quindi di alte prestazioni.
  • Piastra elettrica ad induzione. Una tecnologia più all’avanguardia che al posto di una resistenze elettrica presentano delle bobine che con l’energia elettrica creano una sorta di campo magnetico che riscalda le pentole appoggiate sulla sua superficie. Hanno un aspetto diverso rispetto alle precedenti in quanto il piano è liscio e piatto senza rialzi e costruito in vetroceramica. La cottura ad induzione è decisamente più veloce e all’avanguardia in quanto elimina al massimo gli sprechi di energia ma ha lo svantaggio di essere decisamente più costosa. Tieni presente poi che molto spesso la cottura ad induzione richiede anche delle specifiche pentole con fondo piatto e ferroso in modo che il campo magnetico si attivi. E’ perfetta come tipologia quindi solo se devi utilizzare la piastra in maniera molto assidua.

Ora che hai presente questa grande distinzione sei pronto per conoscere le altre caratteristiche fondamentali da sapere per fare la scelta migliore.

Migliore piastra elettrica: le sue caratteristiche

Hai già ben presente in cosa consiste una piastra elettrica e hai anche scoperto che esistono due tipologie ben distinte in commercio ma sei solo all’inizio perché le cose da conoscere e scoprire sono ancora molte.

Migliore piastra elettrica: la sua struttura

Per cominciare parliamo della struttura che è davvero essenziale per fare una scelta ben ponderata ed azzeccata. In questo caso devi valutare attentamente l’uso che andrai a farne perché in commercio troverai due tipologie di piastra elettrica:

  • piastra elettrica singola, ovvero con una sola piastra
  • piastra elettrica doppia, ovvero con due piastre

A dire la verità non c’è una scelta migliore o peggiore perché la scelta tra le tipologie deve ricadere in quella che risponde alle tue esigenze. Tieni conto che la piastra elettrica singola è molto più facile da trasportare quindi se l’uso che andrai a farne è ad esempio per un campeggio o gita fuori porta è la soluzione più indicata.

Altra cosa importante da valutare quando si parla di struttura è il diametro della piastra. La piastra elettrica singola presente una piastra con un diametro che va dai 15 ai 22 cm mentre la piastra elettrica doppia solitamente presenta una piastra più ampia che si aggira attorno i 18 cm ed una seconda piastra più piccola con diametro di circa 15 cm.

Anche in questo caso la scelta deve ricadere sulla tipologia che meglio risponde alle tue esigenze. Ovviamente devi tenere conto che maggiore è il diametro della piastra maggiore  può essere il diametro della pentola con cui cucinare.

Migliore piastra elettrica: la sua potenza

Come tutti gli apparecchi alimentati ad energia elettrica è ovvio che la potenza gioca un ruolo importante nella qualità della prestazione.

Qui dobbiamo tenere presente che la potenza di una piastra elettrica classica è diversa dalla potenza di una piastra elettrica ad induzione quindi cerchiamo di fare chiarezza in merito.

La piastra elettrica classica ha una potenza media di 1500 watt e con questo voltaggio potete ottenere un riscaldamento di circa 200°.

La piastra elettrica ad induzione invece ha una potenza media di 2200 watt e anche se consumano più energia in realtà impiegano meno tempo a riscaldare quindi non vi è nessun spreco di corrente.

Per ogni tipologia poi puoi trovare modelli meno potenti o più potenti ma questi livelli di potenza sono già più che ottimali. Ovviamente se scendete sotto questa media anche il riscaldamento e l’efficienza cala.

La migliore piastra elettrica: le sue funzioni

Ogni piastra elettrica presenta delle funzioni più o meno avanzate. Anche in questo caso possiamo dividere i modelli del mercato in due grandi gruppi.

Partiamo dal concetto che tutte le piastre elettriche hanno la possibilità di regolare e scegliere il livello di calore erogato solo che un gruppo di piastre permette una regolazione in gradi mentre una gruppo permette la regolazione solo a livello d’intensità. Ovviamente la regolazione con i gradi permette una maggiore precisione.

Altro discorso invece per le piastre elettriche ad induzione in quanto hanno un display che permette di impostare in maniera precisa la temperatura.

In linea di massima il calore va da un minimo di 30° ad un massimo di 250° nei modelli più potenti ed avanzati. Inoltre vi è una spia luminosa che ti fa capire immediatamente quando la piastra ha raggiunto la temperatura desiderata.

Se non hai grandi pretese o grandi conoscenze a livello di preparazione di ricette particolari le funzioni basilari sono più che ottimali.

La migliore piastra elettrica e la sua pulizia

Altra cosa da tenere in considerazione è poi la facilità di pulizia della piastra elettrica. E’ bene tenere presente questo aspetto già prima dell’acquisto per non trovarsi poi tra le mani una piastra che necessita di cure troppo particolari e lunghe.

Le piastre elettriche classiche non necessitano di cure particolari ed anzi sono estremamente facili da pulire.

Le piastre elettriche ad induzione invece sono decisamente più delicate. E’ bene infatti non usare detersivi troppo aggressivi e devi tenere presente che la superficie è in vetroceramica e quindi in un materiale che si danneggia più facilmente. Abolite assolutamente quindi spugne abrasive.

La migliore piastra elettrica: i modelli scelti per voi

Ora che hai ben chiaro tutte le varie caratteristiche e le varie tipologie di piastra elettrica puoi davvero entrare nel mercato consapevole di poter fare la scelta perfetta.

Noi ti vogliamo aiutare ulteriormente e abbiamo selezionato i migliori modelli in commercio. Abbiamo inserito sia piastre elettriche classiche che piastre elettriche ad induzione in modo che tu possa valutare al meglio e possa avere tutte le varie opzioni a portata di mano.

 

La migliore piastra classica: Sinotech GD038

Piastra elettrica Sinotech GD038La Sinotech GD038 è una piastra elettrica davvero ottima ed ad un prezzo decisamente buono. Con doppia piastra in ghisa, una più grande con diametro di 18,5 cm e una più piccola con diametro di 15,5 cm.

Ogni piastra ha il suo regolatore di temperatura con ben 5 livelli di temperatura disponibili ed anche la sua spia di pronto utilizzo. Con una potenza di 230 volt ed un peso di 3,5 kg è estremamente comoda anche per trasportarlo nonostante presenti due piastre.

Il costo è di 43,81 euro.

 

La migliore piastra ad alta prestazione e prezzo ad induzione: Springlane Kitchen

Piastra elettrica Springlane KitchenLa Springlane Kitchen ad induzione offre una doppia piastra davvero ad alte prestazioni e, oltretutto, anche design e struttura che la rendono facilissima da trasportare.

Una potenza di 3500 watt con un display super veloce da impostare. Entrambe le piastre sono muniti del loro regolatore di temperatura che può arrivare fino a 240° e timer che va fino a 3 ore.

Una piastra estremamente veloce nel suo riscaldamento che minimizza i consumi al massimo.

È molto indicata anche per un uso assiduo giornaliero. Il costo è di 129 euro.

 

La migliore piastra a miglior rapporto qualità-prezzo ad induzione: Aigostar Blackfire 30IAV

Piastra elettrica Aigostar Blackfire 30IAVSe invece cerchi una piastra elettrica ad induzione ad un prezzo ragionevole e con prestazioni ottime, la Aigostar Blackfire 30IAV è sicuramente una soluzione perfetta.

Una piastra in vetroceramica perfetta per pentole ad induzione dal diametro che va dai 15 ai 20 cm.

Ha una potenza di 2000 watt che può essere regolata in ben 10 livelli differenti, come anche la temperatura. Perfetto anche il sistema di sicurezza che spegne automaticamente la piastra in caso di surriscaldamento.

Inoltre ha un timer che può essere impostato fino a tre ore per mantenere al caldo gli alimenti.

Il costo è di 72,99 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here