Purificatore d’aria migliore • Prezzi, consigli ed offerte • 2019

0
51
Purificatore d'aria migliore

Respirare aria pulita e sana è molto importante per la nostra salute, ed un purificatore d’aria, in questo senso, può essere la mossa vincente.

L’inquinamento atmosferico che respiriamo ogni singolo giorno è davvero alto. Ormai non c’è giorno in cui un articolo, un programma od una pubblicità non ci ricordi cosa stiamo facendo al nostro Pianeta.

La sensibilizzazione verso questo argomento sta aumentando sempre di più, e per fortuna.

Se per l’aria esterna ancora non possiamo cambiare la situazione in modo radicale da un giorno all’altro, per l’aria all’interno della nostra casa, invece, possiamo muoverci già sin da subito e risolvere il problema dalla base.

In commercio potrai trovare il purificatore d’aria, un utile strumento che diventa essenziale soprattutto in caso di patologie a carico dell’apparato respiratorio (asma, allergie, ecc.).

I modelli in commercio sono davvero moltissimi e non è facile riuscire a capire qual è quello che si sposa al meglio con le tue necessità o meno.

Inoltre, bisogna anche dire che, un modello di scarsa qualità, può fare più male che bene.

Ecco quindi che la valutazione prima dell’acquisto vero e proprio diventa fondamentale.

Abbiamo pensato di aiutarti in questa importante scelta dandoti le giuste dritte in merito.

Scopriamo insieme le caratteristiche ed i migliori modelli di purificatori d’aria in commercio.

 

Purificatore d’aria migliore: le sue caratteristiche

Il tempo che passiamo all’interno della nostra casa deve essere di grande qualità, in tutti i sensi.

Sia che tu passa la maggior parte del tempo in casa, od al contrario fuori casa, bisogna dire che la propria dimora è comunque sempre un piccolo nido in cui sentirsi sicuri e protetti.

Proprio per questo motivo, è essenziale che l’aria all’interno delle nostre mura sia il più pura e sana possibile. In particolar modo se ci sono bambini o persone con malattie particolari.

A volte non si dà molto peso alla qualità dell’aria che respiriamo dentro casa, ma invece questa dovrebbe essere in cima alla lista delle cose a cui fare attenzione.

Il purificatore d’aria è un apparecchio che, grazie a ventole, filtri ed altri tipi di tecnologia che poi andremo a scoprire, purifica e pulisce l’aria rendendola perfettamente sana e pulita.

Già da queste poche righe puoi comprendere, come la sua azione, sia davvero importante.

Ma quali sono i parametri per comprendere se il modello che ho davanti è di qualità o no?

Scopriamoli insieme.

 

Purificatore d’aria migliore: le diverse tipologie

Cominciamo, prima di tutto, con il capire quali sono le diverse tipologie che puoi trovare nel mercato.

Devi sapere, infatti, che non tutti i modelli hanno lo stesso funzionamento, e quest’ultimo dipende moltissimo dal sistema di purificazione che il purificatore utilizza.

In base al sistema di purificazione possiamo avere:

  • purificatore d’aria con filtro
  • purificatore d’aria con ionizzatore
  • purificatore d’aria a radiazione ultravioletta

Il purificatore d’aria con filtro è senza ombra di dubbia il più diffuso in assoluto.

Può essere composto da un solo filtro, oppure da una combinazione multipla. Ovvio che, maggiore sono i filtri, maggiore sarà anche la resa dell’apparecchio.

I filtri possono essere:

  • filtro antipolvere, filtra le particelle più grosse. È presente in tutti i modelli ma deve essere necessariamente accompagnato ad un altro filtro successivo;

 

  • filtro HEPA, ad alta prestazione in quanto cattura fino al 99,97% delle micro particelle di polvere presenti dell’aria;

 

  • filtro ai carboni attivi, essendo il carbone molto poroso per natura è perfetto per catturale le diverse particelle presenti nell’aria, ed anche gli eventuali cattivi odori;

 

  • filtro catalizzatore, in pratica utilizza il biossido di carbonio che è in grado di uccidere ed eliminare virus e batteri presenti nell’aria.

Il purificatore d’aria con ionizzatore, invece, produce degli ioni negativi che vanno a catturare le diverse particelle di polvere presenti nell’aria.

Unica precisazione che ci sembra giusta fare è che, questa tipologia di sistema di purificazione, produce una piccola quantità di ozono. Come ben sai, l’ozono, se respirato in grandi quantità, può essere dannoso per l’uomo.

Ovviamente, i diversi modelli in commercio, sono tutti altamente controllati, ma se nella tua casa c’è qualcuno che soffre di asma è meglio evitare questa tipologia.

Il purificatore d’aria a radiazione ultravioletta, infine, sfruttano la grande forza dei raggi UV-C.

Questi, infatti, sono perfetti per distruggere la struttura di virus, batteri e germi, che vengono poi prontamente catturati da un altro filtro.

 

Purificatore d’aria migliore: la sua prestazione

Ora che sai le diverse tipologie che puoi trovare in commercio, puoi passare anche a qualche dato più tecnico e specifico.

Parlando di prestazione sono molte le cose da tenere in considerazione:

  • consumi
  • portata
  • tasso di produzione aria pulita
  • flusso d’aria

Per quanto concerne il consumo, in linea di massima, i vari modelli sono tutti progettati secondo un risparmio energetico.

Infatti, la potenza è sempre, bene o male, inferiore ai 100 W.

Dato importante è poi la portata che il purificatore d’aria ha. Per “portata” s’intende la capacità che l’apparecchio ha espressa in metri quadrati.

Potrai trovare modelli portatili o da tavolo con una portata molto piccola e che si adatta solamente ad una stanza non troppo vasta, oppure modelli più avanzati con una portata che può arrivare anche a 100 metri quadrati.

Il tasso di produzione di aria pulita (CADR) è un dato estremamente importante in quanto ti permette di capire quanti piedi cubi d’aria vengono purificati in un minuto (un piede equivale a 30 cm).

Nell’etichetta, questo dato, viene espresso con la seguente unità di misura m³/h.

Per darti un’idea, una stanza di 20 mq necessita di un CADR di circa 138 m³/h.

Il flusso d’aria è un altro dato chiaramente espresso sull’etichetta ed è strettamente collegato alla portata dell’apparecchio.

Maggiore è il flusso d’aria maggiore è la velocità di purificazione dell’aria.

L’insieme di questi parametri ti possono dare un chiaro segnale della qualità del purificatore che hai di fronte.

Potremmo aggiungere anche il parametro rumorosità che ha come limiti i 25 dB ed i 70 dB.

Se la tua intenzione è quello di lasciarlo acceso per molte ore, ed anche di notte, è meglio che opti per un modello con un livello di rumorosità basso.

 

Purificatore d’aria migliore: le sue funzioni

Non potevamo poi non dare anche un occhio alle diverse funzioni che un purificatore d’aria può avere.

Le funzioni possibili non sono poi molte, ma sono tutte molto utili se presenti:

  • livelli di funzionamento, ottimi per regolare lo strumento in base alle reali necessità del momento, evitando cos’ sprechi di energia inutili;

 

  • modalità notturna, limita il suo flusso d’aria ed il suo rumore;

 

  • timer, perfetto per impostare un orario di accensione e di spegnimento;

 

  • sensore di qualità dell’aria, con dei LED luminosi potrai vedere a colpo d’occhio il livello di purezza dell’aria. Nel foglio delle istruzioni potrai leggere a che livello corrisponde ogni colore;

 

  • deumidificatore, perfetto per avere due apparecchi in uno e togliere, così, l’umidità all’interno della stanza.

Come puoi vedere, le funzioni, rendono il tuo purificatore d’aria davvero più versatile ed utile, quindi valuta al meglio questo aspetto prima di passare all’acquisto.

 

Purificatore d’aria migliore: ultimi consigli

Prima di lasciarti ai migliori modelli in commercio vogliamo darti qualche ultimo consiglio affinché, la tua scelta finale, sia il più corretta possibile.

Devi sapere, infatti, che un purificatore d’aria necessita di una certa manutenzione periodica, soprattutto se lo usi in maniera piuttosto assicura.

I filtri, ad esempio, devono essere cambiati circa ogni tre mesi per essere sicuri di avere una funzionalità dell’apparecchio perfetta.

Alcuni modelli, poi, possono avere degli accessori in più, come la vaschetta in cui versare delle gocce di olio essenziale per profumare tutta la stanza.

Infine, come ultimo consiglio, ti vogliamo dire di considerare attentamente dove andrai a posizionare il purificatore d’aria per capire, già fin da subito, le dimensioni ideali ed anche la forma della struttura.

Piccoli dettagli ma che fanno la differenza.

 

Purificatore d’aria migliore: i modelli scelti da noi

Eccoci ora al momento che forse aspettavi maggiormente, ovvero il momento in cui andiamo a svelarti i migliori modelli di purificatori d’aria in vendita.

Troverai il tutto diviso in fasce di prezzo così da poter valutare in maniera più semplice ed immediata i diversi modelli presentati.

 

Purificatore d’aria ad alto profilo migliore: Honeywell HPA710WE4 Premium

Honeywell HPA710WE4 Premium Purificatore d' AriaIniziamo con un modello davvero di altissima qualità.

Il suo grandissimo punto di forza è il suo sistema di purificazione dell’aria che funziona tramite ben 4 livelli:

  • un primo filtro che cattura le particelle più grandi
  • un secondo filtro in carbone che assorbe gli odori
  • un terzo filtro HEPA che cattura il 99,97% delle micro particelle
  • un ionizzatore che migliora ancora di più tutta l’operazione.

Ha un rilevatore della purezza dell’aria che ti indica la qualità mediante tre diversi LED luminosi.

Le sue funzioni sono: timer, spegnimento automatico, modalità notturna, display touch screen e protezione per i bambini.

È particolarmente silenzioso ed una CADR di 187 m3/h.

Il costo è di 379 euro.

 

Purificatore d’aria con rapporto qualità-prezzo migliore: Air purifier PREUP

Air purifier, PREUP Purificatore AriaOra, invece, è arrivato il momento di un modello altrettanto ottimo, ma con un equilibrio del prezzo decisamente eccellente.

Si tratta di un purificatore d’aria con un sistema di purificazione composto da ben 3 livelli:

  • pre-filtro per le particelle più grandi e grossolane
  • filtro in carbone per gli odori e composti organici
  • filtro HEPA per la cattura del 99,97% delle micro particelle

Estremamente intelligente grazie al rivelatore automatico che rileva la qualità dell’aria ed imposta in maniera indipendente l’apparecchio.

La portata è di 135 m3/h per un flusso d’aria che permette la purificazione perfetta di una stanza fino ai 30 metri quadrati.

Il costo è di 132,99 euro.

 

Purificatore d’aria economico migliore: PARTU Purificatore d’Aria

PARTU Purificatore d'AriaInfine ecco un modello economico, ma allo stesso tempo davvero valido.

Perfetto per essere posizionato sopra un mobile od un tavolo visto le sue dimensioni particolarmente compatte.

Il suo sistema di purificazione è composto da un filtro HEPA ed un filtro di carbone attivo. Micro particelle ed odori non saranno più un problema.

Perfetto per purificare una stanza con una dimensione di 40 metri quadrati.

Altro dettaglio da far notare è la presenza di una spugna sotto l’erogatore dell’aria pulita che ti permette di aggiungere delle gocce del tuo olio essenziale preferito così da profumare la stanza come meglio desideri.

Il costo è di 59,99 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here