Sega circolare migliore • Prezzi, consigli ed offerte • 2019

0
313
Migliore sega circolare

L’arte del fai da te comprende davvero moltissimi lavori e settori. Infatti il fai da te non tocca solo lavoretti di découpage, bricolage ma anche settori più complicati.

Il principio è comunque sempre lo stesso, ovvero: se si vuole ottenere un ottimo risultato finale bisogna avere gli strumenti giusti e che funzionino a dovere.

Se siete finiti in questo articolo significa che state cercando una sega circolare. In commercio potete trovare davvero moltissimi modelli di seghe circolari e sicuramente vi starete chiedendo quali siano le differenza tra l’una e l’altra.

Pensare che non vi sia differenza tra un modello e l’altro è il primo grande errore.

Nonostante vi sia molta somiglianza tra le varie tipologie e che l’obiettivo finale sia quello di tagliare ed incidere per tutte, in realtà la qualità tra una sega circolare e l’altra cambia molto e incide in maniera davvero importante sul risultato finale.

Insomma la morale è davvero breve e semplice: se volete un lavoro perfetto, dovete avere lo strumento perfetto.

Ecco quindi che vi vogliamo aiutare in questa difficile ed importante scelta in modo che possiate comprare una sega circolare che risponda perfettamente alle vostre necessità senza sprecare cosi né denaro né tempo prezioso.

Siete pronti? Cominciamo a conoscere meglio il mondo delle seghe circolari.

Sega circolare migliore: le sue caratteristiche

Iniziamo il viaggio nel mondo delle seghe circolari conoscendo in maniera più dettagliata le varie caratteristiche che contraddistinguono un’ottima sega circolare.

Partiamo con il dire che la sega circolare da banco ha la grande utilità di agevolare e rendere meno faticosi molti lavori fai da te e anche molti lavori nel campo dell’edilizia.

Volete un esempio? Provate a pensare quante tavole devono essere tagliare per ricoprire un pavimento a parquet. Davvero molte.

Ecco che in questo caso la sega circolare da banco diventa davvero un grande braccio destro nel lavoro. Ma questo è solo uno dei tantissimi esempi di situazioni in cui vi può davvero aiutare.

Se siete persone che amano i lavori manuali ed il costruire, restaurare e lavorare nel mondo del fai da te siete davvero capitati nel posto giusto.

Scegliere la sega circolare perfetta significa avere un grande alleato, al contrario scegliere una sega circolare sbagliata significa non solo faticare di più ma anche avere tagli scheggiati e materiali danneggiati.

Il nostro primo consiglio è quindi quello di studiare attentamente le seguenti caratteristiche e ponderare con attenzione la vostra scelta finale.

Sega circolare migliore: la lama

Essendo la sega circolare uno strumento che taglia ed incide, è ovvio che la prima cosa a cui dare importanza è proprio la sua lama.

Dalla scelta della lama dipenderà poi anche il vostro lavoro futuro, ovvero i materiali con cui potrete lavorare e la qualità dei tagli finali.

Proprio in merito alla lama abbiamo diverse sfaccettature da osservare e cominceremo ad analizzarle una alla volta.

La lama e il materiale

Per prima cosa dovete valutare il materiale con cui è fatta la lama.

In commercio esistono molte lame create con materiali diversi e ci teniamo a precisare che ogni materiale da tagliare necessita della lama corretta.

Vediamo insieme i materiali possibili:

  • Acciaio HSS. HSS sta per High Speed Steel ed è il materiale più diffuso in commercio. Questo tipo di lama può essere affilato in casa ed è un grande vantaggio. Ma si sa che molto spesso ad ogni grande vantaggio corrisponde anche uno svantaggio. Infatti per quanto diffusa è comunque una lama con una vita abbastanza breve. E’ perfetta per tagliare il legno. Ci teniamo a precisare, come già accennato prima, che è possibile affilarla in casa e ci teniamo che sia chiaro che questa è l’unica tipologia di lama con cui è possibile farlo. Per tutte le altre tipologie bisogna affidarsi ad un centro specializzato.
  • Lama TCT o SRG. Questo è il tipo di lama più duraturo e più resistente in assoluto. Sono rivestite di carburi di tungsteno e possono tagliare anche i legni più duri esistenti.
  • Lame abrasive. Perfette per tagliare metalli o materiali sintetici. Si consumano molto facilmente. Sono rivestite con carburi di silicio.
  • Lama diamantata. Fatta in lega di metallo durissimo è perfetta per tagliare materiali estremamente resistenti come il cemento ed i mattoni.
  • Lama in lega temprata. E’ una lama molto sottile con denti in acciaio temprati al carbonio che permettono di tagliare fogli e tubi metallici.
  • Lama dado. Una lama molto speciale che può essere regolata ed è perfetta per fare scanalature e incastri.
  • Lama di precisione. Come lo dice anche il nome è una lama per rifiniture di precisione. Ha denti molto sottili.

La lama ed il numero di denti

Altra cosa importane è il numero di denti che la lama possiede.

La regola di base è che più sono i denti più alta è la precisione del taglio.

Quindi, in linea di massima, possiamo fare la seguente distinzione:

  • Fino a 24 denti: taglio sgrossato del legno lungo le venature
  • Da 28 a 40 denti: taglio trasversale del legno
  • Da 40 a 80 denti: taglio di legno, plastica, alluminio e laminato
  • Oltre 100 denti: taglio degli altri metalli

La lama ed altre specifiche

Ora possiamo esaminare invece altri aspetti specifici per quanto riguarda sempre la lama.

Come prima cosa parliamo del diametro della lama dalla quale dipende la profondità del taglio. In linea di massimo possiamo dire che:

  • 125 mm: profondità di taglio massima di 3 cm in perpendicolare
  • 160 mm: profondità di taglio massima di poco più di 5 cm in perpendicolare e poco meno di 4 cm a 45°
  • 185 mm: profondità di taglio massima di circa 6,5 cm in perpendicolare e circa 4,5 a 45°

Poi vi è ovviamente anche lo spessore della lama il quale influenza poi la precisione del taglio finale. Più la lama è spessa più materiale viene eliminato al passaggio della lama.

Infine possiamo parlare dell’inclinazione del taglio. In questo caso però gioca un elemento fondamentale anche il corpo della sega e non solo la lama.

Sega circolare migliore: il suo motore

Ecco ora che passiamo ad esaminare il motore della sega circolare, altro elemento fondamentale che influenza il risultato finale del lavoro.

Quando si parla del motore di una sega circolare bisogna tenere presente:

  • la potenza
  • i giri al minuto
  • l’alimentazione del motore

Per quanto riguarda la potenza dobbiamo fare subito la distinzione per quanto riguarda anche l’alimentazione. Quindi dovete tenere presente le seguenti nozioni.

  • Sega a circolare a batteria. Solitamente sono le seghe circolari più precise e hanno una lama sui 125 mm ma alcuni modelli hanno una lama anche più grande. Quando si parla di una sega circolare a batteria la potenza varia in base al voltaggio della batteria in dotazione che solitamente va dai 10,8 a 18 V, a parte nel caso delle seghe circolari più grandi che montano una doppia batteria da 18 V, arrivando quindi a 36 V.
  • Sega circolare a rete elettrica. Le seghe circolari che funzionano mediante la corrente ovviamente hanno una potenza maggiore che va dai 1200 watt a più di 2000 watt. Ovviamente più sale la potenza più la resistenza e la forza del motore è maggiore e quindi anche il risultato finale è migliore.

Infine parliamo dei giri al minuto che sono fondamentali nella pulizia e nella precisione del taglio finale.

I giri al minuto vanno dai 3000 agli 8000 al minuto.

Attenzione però perché il numero dei giri al motore variano anche in base alla grandezza della lama.

A parità di potenza una lama più piccola farà più giri rispetto ad una lama più grande.

Tenete presente poi che maggiore è la potenza del motore maggiore sarà la stabilità dei giri al minuto garantendo cosi un risultato migliore.

Sega circolare migliore: la sua praticità d’uso

Analizziamo ora invece la praticità d’uso. La sega circolare infatti è un attrezzo che richiede una certa manualità e anche una certa attenzione. Ecco quindi che la maneggevolezza e soprattutto la sicurezza nel suo utilizzo devono essere ottimali.

Quali sono gli aspetti da tenere in considerazione quando si parla di praticità d’uso? Ve lo diciamo subito noi.

  • Impugnatura. Questo aspetto è importante, soprattutto per le sessioni di lavoro molto lunghe. Un impugnatura perfetta non deve essere solo ergonomica ma per agevolare l’utilizzo della sega circolare è anche una buona cosa che sia rivestita in materiale morbido e soprattutto antiscivolo per evitare spiacevoli incidenti.
  • Peso. Essendo un attrezzo che si utilizza anche per un periodo di tempo prolungato è ovvio che una sega più leggera agevola molto il lavoro. Il peso però dipende non solo da modello a modello ma soprattutto dal tipo di alimentazione. Una sega circolare a energia elettrica pesa sicuramente meno. Attenzione però perché questo non è il solo aspetto che influenza il peso finale della sega circolare. Infatti il peso dipende anche dal tipo di lama utilizzata e dal corpo della macchina in se. In linea di massima una sega circolare a lama di 125 mm pesa dai 2 ai 3 kg e sono in assoluto le più leggere. Mentre una sega circolare con lama da 160 a 185 mm pesano dai 4 ai 6 kg. E’ ovvio che dovete valutare anche in base all’utilizzo che andrete a farne.

Sega circolare migliore: i vari equipaggiamenti

Infine passiamo a conoscere meglio i vari equipaggiamenti che una sega circolare può avere.

Alcuni sono praticamente presenti in tutte le seghe circolari in commercio, altri invece sono presenti in fasce di prezzo più alte.

Proviamo a vederli uno per uno.

  • Scarpetta. E’ una barra metallica che si trova davanti alla lama e che aiuta ad appoggiare la sega sulla superficie da tagliare in modo da evitare al massimo eventuali scossoni ed urti.
  • Regolazione profondità. Molto utile per regolare quanto in profondità si desidera tagliare il materiale.
  • Regolazione inclinazione. In questo caso si può regolare l’inclinazione del taglio che solitamente va dai 0° ai 45°. Nei modelli più avanzati arriva anche a 60°.
  • Protezione lama. Molto importante per la sicurezza. La protezione è composta da una parte mobile a scomparsa e una fissa.
  • Pattino guida. Aiuta molto quando si deve eseguire un taglio perfettamente paralleli ad uno spigolo.
  • Battuta parallela. Una sorta di squadra geometrica che aiuta nella precisione del taglio.
  • Guida laser. Il raggio del laser indica il taglio perfetto da seguire. E’ presente solo in seghe circolari ad alto prezzo.
  • Soffia trucioli. Una ventola che soffia via i trucioli mano a mano che si taglia.

Sega circolare migliore: i modelli scelti per voi

Ed eccoci finalmente al momento di scoprire i migliori modelli di sega circolare presenti nel mercato.

Abbiamo selezionato per voi i migliori modelli per ogni fascia di prezzo cosi che possiate avere uno sguardo completo sul panorama del mercato del settore.

La migliore sega circolare ad alta prestazione: Bosch Professional GKS 85

Sega circolare Bosch Professional GKS-85La Bosch Professional GKS 85 è una sega circolare davvero unica. Alimentata a corrente elettrica con un motore di ben 2200 w.

Ha una velocità pari a 5000 giri al minuto e una lama con diametro di 235 mm.

Ha un’impugnatura ergonomica, antiscivolo che permetta una presa sicura. Permette di fare anche tagli inclinati con una profondità pari a 85 mm a 90°.

Munita anche di ventola che spara via i trucioli durante il taglio mantenendo cosi la superficie perfettamente pulita.

È un po’ pesante in quanto pesa 7,5 kg ma è una sega circolare davvero potente e di alta qualità. Il costo è di 401,38 euro.

Un prezzo elevato ma che vale l’alta prestazione.

La migliore sega circolare con miglior rapporto qualità-prezzo: Bosch Professional GKS 190

La Professional GKS 190 è un’altra sega circolare della casa Bosch che d’altronde è praticamente sinonimo di qualità.

Una sega circolare che può davvero accontentare chiunque desideri un’ottima sega ma senza spendere una cifra troppo elevata.

Alimentata a corrente elettrica ha un motore con una potenza pari a 1400 w ed una velocità pari a 5500 giri al minuto. La lama ha un diametro di 190 mm.

Questa sega permette anche tagli inclinati ed ha un’impugnatura veramente molto comoda. Più leggera rispetto alla precedente in quanto pesa 4,2 kg, quindi perfetta anche per lavori molto lunghi. Il costo è di 210 euro e la si trova spesso anche in offerta.

La migliore sega circolare a prezzo basso: Einhell TH-CS 1400/1

La Einhell TH-CS 1400/1 è una sega circolare sicuramente con prestazioni più basse rispetto le precedenti ma comunque di buona qualità.

Perfetta per chi non ne deve fare un uso cosi assiduo o professionale. Alimentata a corrente elettrica ha una potenza pari a 1400 w e una velocità pari a 5200 giri al minuto.

Insomma non è poi cosi debole, anzi. La lama ha un diametro pari a 190 mm, presenta delle protezioni molto valide e presenta inoltre anche la guida per un taglio preciso.

Pesa 4,3 kg e ha un’impugnatura non molto comoda ma visto il prezzo è più che ottimale lo stesso.

Il prezzo è di 71 euro.

La migliore sega circolare economica: GALAX PRO 1500W 5500RPM

Sega circolare GALAX PRO 1500W 5500RPMAltro modello davvero a buon mercato ma con caratteristiche del tutto soddisfacenti per chi non deve fare lavori altamente professionali.

Ha una potenza di di ben 1500 watt ed un numero di giri al minuto pari a 5.500.

Il cavo è lungo due metri e consente una perfetta mobilità durante il lavoro.

Nella confezione sono presenti due lame: una a 24 denti ed l’altra a 48 denti. Entrambe sono in carbonio.

Il taglio può essere impostato a 45° oppure a 90° ed è presente anche la guida laser per una precisione nel taglio ancora maggiore.

Ottimo la presenza anche di un soffiatore che fa volare via i residui durante il taglio per una pulizia ancora migliore.

Ha un peso di 4 kg e 24 grammi ed un manico morbido ed ergonomico per un utilizzo piuttosto confortevole.

Il prezzo è di 59,99 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here