Termometro febbre migliori: come e quale scegliere

0
170
Termometro febbre migliori: come e quale scegliere

La febbre ormai lo sappiamo tutti è una reazione del corpo che si difende da agenti esterni, siano essi virus o batteri, ma nonostante questo, è molto fastidiosa sia per noi adulti che per i bambini, ecco perchè è importantissimo tenerla sotto controllo. Per poterlo fare però è necessario scegliere il giusto strumento per la misurazione, che sia affidabile, facile da usare e sicuro.

Specialmente quando si ha a che fare con bambini molto piccoli, capita che la neo mamma faccia davvero fatica a scegliere il termometro febbre migliori, il neonato non si fa misurare la febbre con facilità, si muove, non riesce a star fermo per tre minuti, i termometri più tecnologici sembrano essere sempre inaffidabile ed è così che si entra in crisi.

Ma con gli adulti la situazione non migliora, esistono tantissimi uomini e donne che ad esempio non sono capaci di usare in classico termometro ascellare e che misurano la febbre tre volte per essere certi della temperatura. Ecco perchè è così importante stabilire delle linee guida per scegliere il termometro febbre migliori o per lo meno quello che fa per noi e più adatto alle nostre esigenze.

Quando ci si barcamena tra il termometro febbre migliori, ad esempio sono tantissime le cose che si devono considerare, prima di tutto se è uno strumento per la famiglia, per un bambino o per un malato, poi bisogna considerare che esistono in commercio davvero tantissimi modelli, dal classico termometro a mercurio ormai quasi in disuso a quello digitale, passando per modelli davvero tecnologici come quelli ad infrarossi, gli auricolari o frontali e per finire quelli hi-tech che si collegano al telefonino tramite un app. Infine è bene chiarire che esistono delle linee guida per utilizzare il termometro, qualunque sia il modello scelto.

Termometro febbre migliori: effettuare la misurazione

Prima di tutto, prima di fare una carrellata sul termometro febbre migliori, è bene chiarire che indipendetemente dallo strumento scelto esiste il metodo giusto per misurare la febbre.

La persona interessata deve ad esempio stare seduta, tranquilla, non essere troppo coperta, sudata o accaldata. Sarebbe bene non misurare la temperatura dopo un pianto, nel caso di un bambino, o dopo l’attività fisica, ottimale sarebbe farlo in ambiente ben arieggiato e lontano da fonti di calore. Inoltre ricordate che nell’arco della giornata la temperatura cambia molte volte, dopo i pasti o la sera è più alta, è più bassa la mattina presto e la notte.

La temperatura ottimale va fino ai 37.2 nel caso degli adulti, 37.4 nel caso dei neonati. Sopra queste cifre si tratta di febbre ma molto dipende anche da dove si misura la temperatura, ad esempio a livello ascellare si ha un valore che a livello rettale o auricolare è maggiore di circa 5 decimi.

Termometro febbre migliori: guida all’acquisto

Chiarito come misurare la febbre, è bene passare a una semplice guida all’acquisto del termometro febbre migliore. Scegliere un termometro non è così semplice come si può pensare perchè le cose da valutare sono davvero tante.

CHI DEVE UTILIZZARLO: Se si deve acquistare un termometro per un bimbo piccolo o per un anziano a letto è sempre bene preferire modelli di facile utilizzo, veloci nella misurazione e magari poco invasivi, visto che queste due categorie di persone potrebbero avere poca pazienza e potrebbero non stare molto fermi.

Se invece si deve acquistare un termometro per un neonato potrebbe essere utile un modello hi-tech che ci comunica il rialzo direttamente sul telefonino o un modello ad infrarossi che non disturba il bambino ad esempio se bisogna fare una misurazione notturna.

Al contrario per un adulto in salute si può optare per un modello anche classico, poichè sarà uno strumento che userà saltuariamente e senza troppi problemi.

ATTENDIBILITA’: Scegliere il termometro febbre migliore vuol dire anche valutarne l’attendibilità dello strumento, i medici consigliano sempre di utilizzare il modello digitale o quello hi-tech perchè sembrano essere i più attendibili mentre infrarossi e auricolare possono sfalsare la temperatura di qualche decimo. Ma molte persone abituate all’utilizzo di questi ultimi non sembrano avere nessun problema e molti ospedali ne fanno un largo utilizzo. E’ solo una questione di abitudine.

BUDGET: Ultima cosa da valutare è il budget che abbiamo stabilito per l’acquisto del termometro febbre migliore, infatti i modelli classici o digitali non superano mai i 10 euro ma quelli più tecnologici possono arrivare anche ai 60 euro.

Termometro febbre migliori: tutti i modelli disponibili

TERMOMETRI IN VETRO: Cominiciamo la nostra carrellata tra i temometri febbre migliori cominciando dal classico modello in vetro. Fino al 2009 questi termometri erano a mercurio, poi visto la pericolosità del metallo, si è passati ad una lega di metalli, il ganlistano, meno inquinante e tossico. Questo termometro nasce per una misurazione ascellare anche se molti lo usano anche per le temperature, meno attendibili, orale o rettale. Il termometro è molto funzionale anche se per la misurazione sono necessari tre minuti. I suoi maggiori difetti sono la fragilità e la difficoltà di lettura. Costo molto contenuto

TERMOMETRI DIGITALI: Sono i termometri che hanno sostituito quelli in vetro, più resistenti, a batteria e con il display elettronico. Facili da usare, sono come i precedenti utilizzabili a livello ascellare, orale o rettale. Per avere maggiore affidabilità è bene  controllare sulla confezione che il grado di precisione superi i 0,1 °C. I pregi sono sicuramente la lettura chiara, la velocità di misurazione e il bip che avvisa dell’avvenuta lettura. I difetti sono la batteria non ricaricabile e lo smaltimento come rifiuto elettronico. Costo tra i 9 e i 15 euro.

TERMOMETRI INFRAROSSI: Ne esistono di due modelli, quelli che misurano la temperatura frontale senza bisogno di toccare la persone interessata o quelli auricolari. Sono entrambi molto adatti per i bambini o i malati, poichè velocissimi da utilizzare e in un solo secondo danno la temperatura. Il loro difetto è che se non ben puntati possono dare una temperatura sbagliata e naturalmente sono molto costosi.

TERMOMETRI HI-TECH: Per finire, recentemente sono nati anche molti termometri hi-tech, a forma di ciuccio per i neonati o a cerotto ascellare, sono apparecchi che usano la connessione bluetooth per comunicare direttamente allo smartphone la lettura della temperatura. Il loro pregio è che non necessitano di un monitoraggio della febbre perchè saranno loro ad avvisarci se c’è un rialzo, inoltre si possono fare tramite l’app grafici dell’andamento della malattia e dei sintomi. Il loro difetto è sicuramente il costo e la necessità di avere una certa esperienza con la tecnologia.

E per aiutarvi a scegliere il termometro febbre migliori ecco i modelli selezionati da noi per ciascuna tipologia.

 

Termometro classico Clinico/Febbre

Termometro Classico Clinico FebbreQuesto termometro è il classico modello della nonna, è in vetro con una lega di gallio al posto del mercurio.

Facilissimo da usare ha la particolarità di avere uno “shaker” per scaricare la colonna di gallio dopo l’uso, così da evitare di agitarlo per farlo tornare a una temperarura bassa.

Il costo è di soli 10 euro.

 

Termometro Ankovo digitale

Termometro Ankovo digitaleTra i modelli digitali, senza dubbio questo Ankovo è uno dei migliori.

Ankovo è un termometro a batterie con schermo retroilluminato che permette la lettura anche al buio, è impermeabile ed emette un bip a fine misurazione, nel caso di febbre due bip e lo schermo si illumina di rosso.

La sonda flessibile è utile anche in caso di misurazioni diverse da quella ascellare. Costo 10 euro.

 

Braun IRT6520 ThermoScan 7

Termometro Braun IRT6520 ThermoScan 7Il termometro febbre migliore in fatto di auricolari è indubbiamente il Braun ThermoScan. Un termometro a infrarossi che si usa nell’orecchio utilizzando il calore del timpano.

La sua particolarità è che questo termometro a differenza di altri ha una funzione Age precision, per cui permette di regolare la funzione dell’età, 0-3 mesi, 3-36 mesi, 36 mesi-adulto, e di avere sempre una misurazione precisa.

Infatti, a seconda dell’età, può cambiare la determinazione della febbre. Ma le novità non finiscono qui, perché questo termometro ha 21 copri sonda per permettere una misurazione igienica, una luce notturna che permette di misurare la febbre a un bambino anche di notte senza svegliarlo e infine la punta pre riscaldata, che permette di non raffreddare l’orecchio quando si applica il termometro e inoltre non da fastidio ai pazienti più piccoli. Costo 50 euro.

 

Termometro Digitale da fronte

Termometro Digitale da fronteAnche questo modello rientra tra quelli a infrarossi ma si tratta di un modello da fronte. Il funzionamento è semplicissimo, basta accendere il termometro avvicinarlo alla fronte e tenere premuto il tasto, in un secondo si avrà la temperatura sul display LCD.

È utile specialmente nel caso di bambini piccoli o malati gravi, le misurazioni possono essere in gradi °C che in °F e grazie al colore del display si può subito capire se si ha una febbre leggera o molto alta, infatti fino a 37.4 lo schermo è verde, poi diventa giallo fino a 37.9 e infine rosso.

Inoltre il termometro si spegne dopo 7 secondi di inattività. E’ alimentato da due batterie ministilo e riesce a mantenere la memoria di oltre 99 temperature. 

 

SimplyTemp 24

Termometro SimplyTemp 24Per finire come Termometro febbre migliore in fatto di hi-tech abbiamo scelto il SimplyTemp 24.

Questo termometro è davvero molto tecnologico che consiste in un dispositivo sottile come un cerotto che si applica sotto l’ascella e misura la temperatura trasmettendola tramite bluetooth a dispositivi cellulare. È un termometro poco invasivo e utilissimo perché tramite l’app gratuita permette di monitorare la persona e segnala innalzamenti e abbassamenti suonando.

Ottimo per i bambini, per coloro che sono molto debilitati, è utilizzabile anche a distanza usando due dispositivi bluetooth, uno in prossimità di SimplyTemp24 e uno che si ha con sé.

Inoltre ha la possibilità di programmare diversi allarmi, quelli per il promemoria farmaco, quelli per l’innalzamento e per l’abbassamento, è inoltre possibile creare più schede per ogni figlio o componente della famiglia e molte altre funzioni che rendono questo strumento davvero un aiuto in caso di influenza o malattia.

È notevolmente tecnologico e l’app è facilmente scaricabile da Google play e adattabile ad Android come a i-phone. Naturalmente per utilizzare questo tipo di termometro è necessario avere una certa abitudine all’utilizzo della tecnologia e dei dispositivi mobili. Il costo del termometro è di circa 40 euro.

 

Conclusioni

Come abbiamo visto la gamma di termometri in commercio è davvero ampia e per poter scegliere il termometro febbre migliore è necessario valutare davvero tanti aspetti.

Ci auguriamo con questa guida di aver fatto un po’ di chiarezza sulle varie tipologie di strumenti di misurazione, sui pregi e difetti di ognuno e di avervi evidenziato per ogni modello il termometro migliore per prezzo, funzioni e naturalmente resa.

A questo punto a voi non resta che scegliere il termometro febbre migliore per voi, quello che si adatta meglio alle vostre abitudini, ai vostri bambini, se ne avete, o alla misurazione che volete fare. Se non sapete ancora quale scegliere o avete dubbi sui prodotti da noi consigliati non esitate a contattarci; il nostro team è sempre a vostra completa disposizione per qualunque chiarimento o dubbio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here