Tiralatte: come usarlo e sceglierlo • Guida completa

0
112
Tiralatte migliore

Il tiralatte è uno strumento che in alcuni casi può essere davvero essenziale.

Il latte materno è da sempre la migliore soluzione per l’allattamento del neonato, e sono davvero moltissime le campagne volte a promuoverlo il più possibile.

Bisogna anche dire che, in alcune situazioni, può essere davvero difficoltoso, oppure addirittura controindicato.

In questi casi il tiralatte è di per certo la soluzione vincente.

Visto l’argomento molto importante e delicato, è bene però approfondire al meglio ogni singolo aspetto che ne riguarda.

Entriamo quindi nel mondo del tiralatte.

Tiralatte: tutto quello che c’è da sapere

Il tiralatte, come dice anche il suo nome, è un apparecchio volto ad estrarre il latte materno dal seno di una neo mamma.

Partiamo dal concetto che il latte materno è una risorsa davvero preziosa per il tuo bimbo, e di questo devi davvero tenerne conto.

Di certo, però, bisogna anche ammettere che l’allattamento al seno non è semplice, in special modo nel primo periodo.

Allattare al seno richiede molto tempo, pazienza, costanza ed anche un po’ di sacrificio.

I primi approcci, poi, possono anche essere un po’ dolorosi, e quando ci si ritrova con i capezzoli doloranti e tanta stanchezza addosso, non è facile trovare la forza di continuare.

Non tutti i neonati si attaccano perfettamente fin dal primo istante di vita. Alcuni hanno bisogno di più tempo, in special modo se sono nati prematuri.

La prima cosa che ci sentiamo quindi di dirti è quella di restare il più serena possibile e ricordarti che presto tutto andrà nel migliore dei modi.

Detto questo, siamo pronti per approfondire in maniera dettagliata la funzione e l’uso di un tiralatte.

 

Tiralatte: quando è necessario

Partiamo con il capire quando un tiralatte è davvero necessario.

Ci sono, infatti, alcuni momenti in cui il tiralatte diventa l’unica soluzione possibile.

Il primo caso da citare è sicuramente la nascita prematura.

Un bimbo prematuro è davvero molto piccolo e non ha la forza, e nemmeno la possibilità, di attaccarsi al seno.

Tuttavia, per non perdere la montata lattea che avviene nei giorni dopo il parto, è bene tirare il latte dal seno.

Ovvio che se non può farlo il bimbo, il tiralatte è il sostituto perfetto.

Questa soluzione ha ben due vantaggi:

  • aiuta la mamma a creare altro latte materno
  • il latte raccolto viene dato al neonato, il quale ne trarrà enormi benefici

Insomma, già da questo punto è ben chiaro di come il tiralatte sia un’invenzione davvero utile ed unica.

Stessa situazione può capitare nel caso in cui il bimbo nasca a termine ma con alcuni piccoli problemi di salute che ne impediscono l’attacco al seno.

Anche qui il tiralatte gioca un ruolo importante.

Infine devi sapere che, questo apparecchio, non può essere usato solamente nei primi giorni di vita, ma anche dopo settimane e mesi.

Se, ad esempio, ti devi allontanare per qualche ora o devi tornare al lavoro, avere un tiralatte ti permetterà di organizzarti al meglio garantendo il tuo latte a tuo figlio.

 

Tiralatte: come usarlo

Passiamo ora ad analizzare invece come si usa il tiralatte.

Non è poi così difficile, tuttavia è bene sapere bene le diverse fasi ed accortezze da avere durante tutto il suo uso.

  1. Prima di tutto lavati bene le mani e accertati che anche il tiralatte sia pulito e sterilizzato.
  2. Trova una postazione in cui tu sia comoda e possa rilassarti durante la suzione del tiralatte. Accertati di avere anche tutto quello di cui puoi avere bisogno, così da non dover interrompere il tutto per poi dover ricominciare nuovamente.
  3. Munisciti di pazienza perché, specialmente all’inizio, potrebbe essere necessario più tempo del previsto. Ma non disperare, piano piano andrà sempre meglio.
  4. Attacca il tiralatte e tienilo fermo con le tue mani durante tutta l’estrazione. A tal proposito potresti anche procurarti un reggiseno specifico che sorregga il tiralatte in maniera autonoma.
  5. Cerca di aumentare sempre di più il livello del tiralatte così da stimolare maggiormente la produzione di latte.
  6. Le prime volte fai attenzione a come il latte esce dal tuo seno. Questo ti aiuterà a capire quando è arrivato il momento di smettere con l’estrazione. Un po’ di pratica e vedrai che conoscerai il tuo corpo alla perfezione.
  7. Se stai usando un tiralatte singolo passa ora all’altro seno.
  8. Una volta terminato pulisci il seno e il tiralatte.
  9. Ricordati di conservare il tuo latte materno in frigorifero o in congelatore.

Come vedi il funzionamento è molto semplice ed intuitivo.

 

Tiralatte: quale scegliere

Per avere uno sguardo globale dell’argomento è bene fare anche un’altra precisazione importante.

I diversi modelli di tiralatte in commercio si possono dividere in due grandi gruppi:

  • tiralatte manuale
  • tiralatte elettrico

La differenza tra i due è già facilmente intuibile.

Il tiralatte manuale funziona tramite una pompetta che va premuta per tutta la durata dell’estrazione. Di sicuro è la tipologia più lenta e meno pratica da usare e si sposa perfettamente con te solo se ne devi fare un uso davvero saltuario.

Il tiralatte elettrico invece è decisamente più pratico e veloce nella sua funzione, anche più costoso è vero ma se lo devi usare spesso non puoi che optare per questa tipologia.

Altra distinzione che possiamo fare è poi quella tra:

  • tiralatte singolo
  • tiralatte doppio

A livello di velocità non vi è paragone, il tiralatte doppio ti dà la possibilità di estrarre il latte da entrambi i seni nello stesso momento.

 

Tiralatte: qualche consiglio utile

Ora sai già molto sul tiralatte.

Ti abbiamo dato qualche utile informazione su come utilizzarlo, su quale tipologia scegliere ed anche quando è bene optare per il suo uso o meno.

Adesso, però, ci sembra utile darti qualche utile consiglio per facilitare l’estrazione del tuo latte, e darti così la possibilità di rilassarti ed essere più serena.

  • Non avere fretta di usare il tiralatte. Sappiamo che allattare può essere molto faticoso ma, se non è strettamente necessario, continua a perseverare con l’allattamento materno classico.

 

  • Ritmo. La parola d’ordine per un’estrazione ottima è sicuramente “ritmo”. Se devi usare il tiralatte in modo assiduo cerca di instaurare una routine con orari ben stabiliti. Ogni donna ha dei specifici momenti della giornata in cui produce più latte, fai diverse prove fino a capire quali sono i tuoi e sfruttali al meglio.

 

  • Reggiseno specifico. Questo a dire il vero lo abbiamo già accennato in un paragrafo precedente. Utilizzare un reggiseno apposito ti offre la possibilità di avere le mani libere durante l’estrazione del latte.

 

  • Stimola la produzione del latte. Ebbene si, è possibile stimolare il tuo seno a produrre maggiori quantità di latte con qualche piccolo accorgimento. Ad esempio puoi massaggiare il seno o riscaldarlo con un po’ di acqua calda. Recenti ricerche hanno poi notato come la vicinanza con il proprio bimbo inneschi una produzione maggiore, quindi magari puoi anche tenerlo in braccio durante l’utilizzo del tiralatte.

 

  • Trova il livello perfetto. Usare il tiralatte al livello ideale per te ti agevolerà di gran lunga. Per trovarlo di basterà alzare l’intensità di un livello alla volta. Quando cominci ad avvertire un po’ di dolore o fastidio significa che devi retrocedere di un livello. Ecco che sei arrivata a scoprire il tuo livello di comfort.

 

  • Opta per la tipologia doppia. Se devi farne un uso assiduo scegli un tiralatte doppio. Questo non solo per la sua maggiore velocità, ma anche perché estrarre il latte da entrambi i seni contemporaneamente porta la donna a produrre anche fino al 18% di latte in più.

Non vogliamo però ancora lasciarti senza prima averti dato qualche altro utile consiglio.

Abbiamo pensato fosse interessante indicarti anche qualche modello.

I tiralatte in commercio sono davvero moltissimi e potrebbe non essere facile trovare quello giusto per te.

Ecco quindi per te alcuni dei migliori modelli presenti nel mercato. Abbiamo scelto sia un modello manuale che un modello elettrico, così che tu possa scegliere tranquillamente secondo le tue esigenze.

 

Tiralatte manuale: Nuk 10252090 Jolie

tiralatte Nuk 10252090 JolieUn tiralatte manuale davvero di qualità ed ad un prezzo ottimo.

Il punto di forza di questo modello è sicuramente il cuscinetto ergonomico che si adatta alla forma del seno e che produce anche un leggero massaggio durante l’estrazione.

Per l’estrazione non vi è una pompetta ma una leva estremamente pratica e facile da utilizzare. Pensa che potrai fare il tutto anche con una sola mano.

Il contenitore è perfettamente compatibile con tutte le tettarelle Nuk, quindi non avrai problemi in questo senso.

Facile anche da lavare. Si può addirittura lavare anche in lavastoviglie.

Il costo è di 47,50 euro.

 

Tiralatte elettrico: Automatico Momcozy

tiralatte automatico MomcozyEcco ora un tiralatte che potremmo addirittura definire autonomo.

L’estrazione comincia con un leggero massaggio, per aiutare la formazione del latte, poi comincia l’estrazione vera e propria, in modo molto graduale.

Estremamente confortevole è sicuramente un tiralatte elettrico da tenere in considerazione.

È molto silenzioso, così se vorrai estrarti il latte mentre il piccolo dorme tra le tue braccia non dovrai temere di svegliarlo.

Dispone di ben 16 livelli di estrazione, e una volta trovato quello perfetto per te potrai anche salvarlo in memoria.

Altro punto di forza è poi la batteria ricaricabile che ti permette di usare il tuo tiralatte dove vuoi.

Può essere caricato anche tramite USB.

Il costo è di 46,99 euro. Un prezzo davvero ottimo vista la sua alta qualità.

 

Tiralatte doppio: Tiralatte Elettrico Nekan

Tiralatte Elettrico NekanInfine ti vogliamo consigliare un altro modello di tiralatte elettrico, ma questa volta doppio.

Questo modello ha sicuramente un prezzo con un perfetto connubio tra qualità e prezzo.

Ti offre un’estrazione davvero confortevole che imita la suzione del neonato, favorendo così anche la produzione del latte materno.

Ha ben 9 livelli di estrazione e potrai così impostare in base alle tue esigenze l’intensità del lavoro del tiralatte.

Anche il design è davvero carino. Lo schermo LCD ti consente di utilizzarlo anche durante la notte, in quanto è munito di una lucina. Perfetto anche come orologio da tenere sul comodino.

Molto silenzioso non disturberà nessun componente della famiglia, nemmeno il tuo piccolino.

Lavabile anche in lavastoviglie è comodo, pratico e super maneggevole.

La batteria è ricaricabile, e potrai usare anche un semplice cavo USB.

Il costo è di 36,99 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here