Tritatutto migliore • Prezzi, consigli ed offerte • 2019

0
64
Tritatutto migliore

Come non desiderare un tritatutto nella nostra cucina?

Dobbiamo ammetterlo: cucinare è davvero bello ed entusiasmante, ma necessita anche di tempo.

Ecco quindi che, qualsiasi oggetto ed accessorio che possa facilitarci la vita, è il benvenuto.

Tra questi aiutanti non possiamo non inserire anche il tritatutto.

Il tritatutto, altro non è, che un piccolo elettrodomestico che ti aiuterà a tritare, come meglio desideri, un qualsiasi tipo di alimento.

Insomma, un vero tutto fare vicino a te, e con una compattezza davvero eccellente.

Se sei capitato in questo articolo, molto probabilmente, significa stai cercando un modello di questo elettrodomestico, e sarai felice di sapere che, sei finito proprio nella pagina giusta.

I modelli in commercio sono davvero moltissimi e, capire qual è il migliore, può essere estremamente difficile se non si hanno le competenze e conoscenze necessaria.

Scopriamo insieme questo settore, e vedrai che alla fine di questo articolo sarai davvero preparato a riguardo.

Tritatutto migliore: le sue caratteristiche

Verdure, frutta, prezzemolo, aglio, cipolla.

Qualsiasi tipo di alimento tu abbia necessità di tritare, ecco che c’è il tritatutto.

È molto importante, però, scegliere il modello più indicato per le tue esigenze.

Scegliere il modello sbagliato, infatti, ti porterebbe ad acquistare un modello che, non solo non ti soddisfa appieno, ma anche con una durabilità più breve del dovuto a causa magari di un utilizzo sbagliato.

Prima di analizzare le diverse caratteristiche, però, ci sembra giusto anche farti presente le differenze sostanziali che esso ha con il frullatore.

La differenza, a dire il vero, già si può comprendere dai loro nomi:

  • tritatutto, in pratica trita ogni tipo di alimento a piccoli pezzetti;
  • frullatore, sminuzza gli alimenti e li fa diventare perfetti per fare salse e creme.

È importante anche farti notare che, in commercio, puoi trovare anche modelli che uniscono entrambi gli elettrodomestici, oppure, anche modelli più specifici, come ad esempio il tritaghiaccio.

Ma cerchiamo di procedere ora con i diversi parametri da valutare così da avere un quadro più completo e chiaro del tutto.

 

Tritatutto migliore: la sua potenza

Come primo aspetto vediamo la potenza.

D’altronde, è proprio da questa caratteristica che ne deriva anche l’utilizzo ottimo o meno del modello prescelto.

Devi sapere, infatti, che la versatilità del tritatutto dipende proprio dalla potenza del suo motore.

Un modello potente ti permetterà di tritare una varietà di alimenti decisamente superiore rispetto ad un modello con una potenza molto bassa.

Su questo aspetto sono moltissime le differenze che si possono trovare in commercio.

Si va da un minimo di 100-120 watt, per arrivare anche ad un massimo di 1000 watt.

Come già ti abbiamo accennato, maggiore è la potenza maggiore sarà anche l’utilizzo che potrai farne.

Pensa e valuta alle tue reali necessità.

Se devi solo tritare, ad esempio, aglio e cipolla, puoi optare anche per un modello che si aggira al minimo sindacabile, ovvero 100-120 watt, ma se spazi molto nelle tue ricette ecco che forse è meglio se opti per un modello più potente.

In linea di massima, noi, ti consigliamo di optare sempre per un modello potente.

Meglio spendere qualche soldo in più all’inizio ma avere un oggetto in mano che ti può davvero aiutare in moltissime occasioni.

Prima di procedere con la prossima caratteristica ti vogliamo anche far notare che, la potenza, va ad influire anche direttamente su un altro aspetto: il tempo di lavorazione.

Più il tritatutto è potente, minore sarà anche il tempo che esso impiega per tritare gli alimenti.

Ottima poi la possibilità di regolarne la velocità e la potenza in diversi livelli.

 

Tritatutto migliore: le sue lame

Non si può parlare di un tritatutto e non andare ad analizzare le sue lame.

Le lame sono la parte più importante di questo piccolo apparecchio ed è importante tenere conto dei seguenti aspetti:

  • numero
  • livello di affilatura
  • disco emulsionante

Per quanto riguarda il numero, è ovvio che, più sono le lame e minore sarà il tempo necessario per tritare e maggiore la quantità di alimenti possibili.

In commercio potrai trovare modelli con:

  • due lame
  • quattro lame
  • sei lame

Altro aspetto importante è poi il livello di affilatura, che non è facile da comprendere fin da subito senza prima utilizzarlo.

Sicuramente, però, è importante che le lame siano in acciaio inox.

Questo materiali, infatti, oltre ad essere davvero resistente, ti permette di mantenere un’affilatura molto più lunga nel tempo.

Infine, diamo uno sguardo anche al disco emulsionante.

A dire il vero forse avremo dovuto inserirlo negli accessori visto che non si tratta davvero di un tipo di lame.

Questo tipo di disco ti aiuta a creare creme e salse rendendo il tuo tritatutto ancora più versatile ed utile.

 

Tritatutto migliore: la sua struttura

Ora che abbiamo analizzato due degli aspetti più importanti di questo piccolo elettrodomestico, sei pronto per passare anche ad un aspetto un po’ meno tecnico, ma allo stesso tempo importante: la struttura.

Devi sapere che, il mondo dei tritatutto, può essere diviso in due grandi gruppi:

  • tritatutto classico
  • tritatutto a bicchiere

Il tritatutto classico ha, in pratica, una struttura fissa con il recipiente incorporato.

Ha un maggiore ingombro ma, generalmente, anche una maggiore potenza.

Questa tipologia è perfetta se devi farne un uso molto assiduo, in quanto ha una maggiore capacità.

Il tritatutto a bicchiere, invece, come già puoi intuire dal suo nome, è formato da un recipiente più alto e stretto (a forma di bicchiere per l’appunto) ed il motore che si trova nella parte alta.

È molto più compatto e, per quanto riguarda questa tipologia, è molto importante il numero delle lame.

Infatti, le lame sono poste verticalmente e quindi, se da una parte ha il vantaggio di garantirti una perfetta tritatura degli alimenti lunghi come le carote, dall’altro se ha solamente due lame non è così efficace.

 

Tritatutto migliore: il suo recipiente

Ora che sai un po’ di più sulla struttura del tritatutto, possiamo passare anche a soffermarci su un aspetto strutturale specifico: il recipiente.

Gli aspetti da considerare sono molteplici:

  • la capacità
  • il materiale
  • la gradazione

Per quanto concerna la capacità puoi trovare davvero di tutto in commercio.

Puoi trovare recipienti che vanno da un minimo di 200 ml, per arrivare anche ad un massimo di 1,5 litri.

La scelta deve essere basata sulla tua reale necessità.

Tieni conto, poi, che se la tua intenzione è quella di usarlo anche per fare salse e creme, quest’ultime aumentano di volume e quindi è necessario un maggiore spazio.

In definitiva, un recipiente abbastanza capiente è la soluzione più versatile in assoluto.

Importante poi anche il materiale con cui è fabbricato.

Potrai trovare le seguenti possibilità:

  • plastica
  • vetro

Sono entrambi materiali molto resistenti e durevole nel tempo, ovvio però che, il vetro, è sicuramente l’opzione migliore.

È più facile da pulire ed ha una resistenza migliore verso alcuni alimenti (basti pensare alla tritatura del ghiaccio).

Infine, è utile anche optare per un recipiente che sia graduato, per questo motivo il recipiente è quasi sempre trasparente.

 

Tritatutto migliore: la sua praticità d’utilizzo

Siamo arrivati all’ultimo parametro da considerare prima dell’acquisto.

Più che una caratteristica potremo definirla un insieme di piccoli consigli ed accorgimenti che però possono fare la differenza.

  • Piedini antiscivolo. Sembra una sciocchezza, ma in realtà, se presenti, ti aiutano ad evitare spiacevoli cadute ed incidenti. Pensa a quanto è più comodo poter azionare il tuto tritatutto e lasciarlo andare da solo senza doverlo per forza tenere fermo con le tue mani.

 

  • Cavo. Importante, poi, anche la lunghezza del cavo. In linea generale si trova un cavo che ha una lunghezza di circa 100-120 cm. Se hai poche prese in cucina tieni da conto di questo aspetto. Ottima poi anche la presenza di una vano avvolgicavo per riporlo in maniera più ordinata.

 

  • Coperchio. Questo potremo definirlo più un accessorio. La presenza di un coperchio per il recipiente permette di riporre in frigorifero il tutto senza doverlo travasare in un altro contenitore.

 

  • Pulizia. Ottimo se, il tutto, può essere inserito in lavastoviglie così da agevolarti di gran lunga la pulizia che è necessaria dopo ogni singolo utilizzo.

 

Tritatutto migliore : i modelli scelti da noi

Eccoci ora al momento che forse aspettavi con più trepidazione, ovvero il momento in cui andiamo a svelarti alcuni dei migliori modelli di tritatutto in commercio.

È stata davvero dura perché i modelli sono davvero moltissimi, e dobbiamo anche ammettere che la qualità del settore è piuttosto alta e ben definita.

Troverai i diversi modelli divisi per fasce di prezzo per offrirti, così, una valutazione più facile e veloce.

 

Tritatutto ad alto profilo migliore: Moulinex AT718A MultiMoulinette XXL

Moulinex AT718A MultiMoulinette XXL TritatuttoCominciamo con un modello davvero ottimo.

Si tratta di un tritatutto a bicchiere ma con una grande capacità visto che può contenere fino a 800 ml.

Ha una potenza di 500 watt che, assieme alla presenza di ben 6 lame in acciaio inox, ti offre una versatilità e velocità di utilizzo davvero eccellente.

Ti offre la possibilità di scegliere tra due velocità diverse.

Il bicchiere è trasparente e graduato e presenza anche un’ottima sigillatura per preparare salse e zuppe in maniera davvero ottimale.

Non è un semplice tritatutto visto che ti permette non solo di tritare ma anche di emulsionare e mescolare.

Abbastanza compatto è munito anche di piedini antiscivolo.

Il costo è di 71,91 euro.

 

Tritatutto con rapporto qualità-prezzo migliore: Kenwood Quad Blade CH580

Kenwood Quad Blade CH580 TritatuttoEccoci ora ad un modello firmato Kenwood, che è sempre comunque un marchio di qualità e garanzia.

Un modello davvero ottimo grazie alla sua potenza di 500 watt ed il suo recipiente che può contenere fino a 500 ml.

Ha ben quattro lame in acciaio inox ed ha anche, incluso nella confezione, l’accessorio apposito per fare la maionese fatta in casa.

Particolarmente compatto ti permette di scegliere tra due velocità di esecuzione.

È molto resistente e ben fatto, tanto che è indicato anche per la tritatura del ghiaccio.

È perfettamente lavabile anche in lavastoviglie.

Il costo è di 45 euro.

 

Tritatutto economico migliore: Moulinex MultiMoulinette Compact 1

Moulinex MultiMoulinette Compact 1 TritatuttoInfine ecco un modello economico, ma allo stesso tempo davvero efficace e versatile.

È un modello con una potenza di 350 watt e quindi che ben si sposa con un utilizzo nella media e per fare moltissime ricette e preparazioni casalinghe.

Particolarmente compatta ha una capacità di 250 ml.

Il bello di questo modello è sicuramente la sua estrema facilità di utilizzo, visto che si aziona grazie ad un sistema di pressione intuitivo.

Il recipiente è in plastica trasparente bella resistenza. È graduato e può essere tranquillamente lavato anche in lavastoviglie.

La struttura è munita di avvolgicavo ed è incluso nella confezione anche un coperchio per il recipiente.

Potrai così conservare il tuo preparato direttamente in frigorifero senza travasare il tutto.

Il costo è di 34,99 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here